Ti trovi qui: Home » Torino cambia » Climathon, Torino sede mondiale dell’hackaton sui mutamenti climatici

Climathon, Torino sede mondiale dell’hackaton sui mutamenti climatici

Climathon, un hackathon internazionale di 24 ore dedicato ai cambiamenti climatici organizzato da EIT Climate-KIC, si svolge contemporaneamente nelle maggiori città del mondo il 26 e il 27 ottobre 2018. Sarà l’Italia il “palcoscenico mondiale” del Climathon di quest’anno, la maratona di 24 ore in cui i “cervelloni” di tutto il mondo lavorano a soluzioni per i problemi ambientali delle città in cui vivono. È infatti Torino ad ospitare, all’Environment Park, l’evento spettacolare, nel corso del quale saranno realizzati collegamenti con diverse delle città che aderiscono al Climathon 2018. Il Climathon Main Stage, dal titolo “The way we change”, seguirà le 24 ore dell’hackathon, che inizierà venerdì 26 ottobre alle 15 e terminerà sabato 27 ottobre.

I partecipanti nelle 116 sedi mondiali di Climathon collaborano nell’arco delle 24 ore in una maratona di idee – una sorta di brainstorming – durante la quale studiano come risolvere i problemi legati al clima in città. A Torino il Climathon sarà ospitato dal Museo A come Ambiente.

Innovatori e imprenditori di tutto il mondo hanno la possibilità di agire nelle città in cui vivono, mettendo a punto soluzioni innovative per affrontare le sfide dei cambiamenti climatici.

Il talk show sarà ricco di talk show e interviste, che vedrà alternarsi sul palco personaggi del giornalismo, della gastronomia, della ricerca, i quali illustreranno i molti modi in cui la coscienza ambientale può essere declinata. Tra di essi lo chef vegano Pietro Leemann, il giornalista Federico Rampini (in collegamento da New York), l’archi star Stefano Boeri, il blogger-scienziato Stefano Caserini. La conduzione è affidata a Paola Maugeri, giornalista e conduttrice televisiva e Marco Cattaneo, giornalista e fotografo, direttore di National Geographic Italia.

Torino è stata scelta per premiare l’impegno verso la sostenibilità e la rigenerazione urbana che sta coinvolgendo l’intera comunità, dai rappresentanti politici alle aziende alle università.

Il Climathon Main Stage è organizzato da EIT Climate-KIC in collaborazione con il Comune di Torino. I partner sono Environment Park, il parco scientifico e tecnologico per l’ambiente e CLEVER, uno dei 7 poli di innovazione della Regione Piemonte. Media Partner è Rai Radio2. Gli sponsor sono Computer Solutions S.p.A., Lavazza e Asja Ambiente Italia; l’evento gode del Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Kirsten Dunlop, CEO di EIT Climate-KIC, spiega la scelta di Torino come sede dell’evento mondiale:Dopo la positiva esperienza del primo Climathon Main Stage, ospitato dalla Città di Tallinn nel 2017, in concomitanza con la Presidenza di turno dell’UE, abbiamo scelto l’Italia e Torino per l’impegno profuso nella direzione della sostenibilità e della resilienza. Mi auguro che il Climathon Main Stage possa diventare ruolo reale e virtuale per tutte le città e i cittadini impegnati nella comune lotta ai cambiamenti climatici.”

“La Città di Torino ha tra i propri indirizzi strategici quello di supportare il sistema economico locale – sottolinea Chiara Appendino, sindaca di Torino – favorendo la sperimentazione, lo sviluppo e l’adozione di soluzioni tecnologiche innovative e ad impatto sociale, che contribuiscano a migliorare la qualità della vita dei propri cittadini e ad attrarre nuove imprese. Il tema ambientale è centrale in questo processo di innovazione. Torino ha posto il tema dell’adattamento climatico e del cambiamento del modello di sviluppo tra le parole chiave delle proprie strategie. Un tavolo di lavoro interno si sta occupando di sviluppare e di attuare azioni di adattamento, prevedendo la loro integrazione nelle politiche quotidiane cittadine in diversi settori, dal verde pubblico ai trasporti, all’urbanistica, alle politiche sociali ed educative. Per questo siamo entusiasti della scelta di ospitare Climathon nella nostra città, quale occasione di confronto e di diffusione di buone idee per il futuro. Climathon ben si affianca all’immagine di Torino quale terreno fertile per l’innovazione, tecnologica e sociale, e come città attenta all’ambiente”.

“La scelta di Environment Park come sede mondiale per ospitare il Main Stage del Climathon ci riempie di soddisfazione: è un importante riconoscimento a livello internazionale del lavoro che da anni portiamo avanti sul territorio, in Italia e all’estero per lo sviluppo e la promozione delle tematiche cleantech” dice Davide Canavesio, Amministratore Delegato di Environment Park.

CLIMATHON TORINO

Venerdì 26 e sabato 27 ottobre, negli spazi di Environment Park e del Museo A come Ambiente i circa 80 partecipanti suddivisi in team e coadiuvati da esperti, avranno a disposizione 24 ore per elaborare soluzioni che aiutino la città a diventare resiliente per gestire al meglio eventi di pioggia estremi.

dig

Gli eventi climatici estremi stanno innescando cambiamenti di impatto sempre maggiore sul territorio e sulle risorse ambientali; in particolare, con riferimento al ciclo idrologico, sono cambiamenti di grande rilievo: la riduzione della disponibilità di risorse idriche, l’incremento dei processi erosivi e l’aumento del rischio alluvionale. Ecco dunque il senso del titolo di quest’anno: Preparare la città e i cittadini ad affrontare eventi estremi legati alle precipitazioni.

Al termine della competizione una giuria composta da esperti e rappresentanti dei partner coinvolti nell’iniziativa selezionerà e premierà il o i progetti migliori. Il Premio del Climathon Torino 2018 sarà assegnato alla proposta che risponderà meglio ai criteri citati e otterrà quindi il maggior punteggio da parte della Giuria. Il gruppo vincitore riceverà un contributo in beni e servizi per un valore equivalente a 1500 euro+iva per l’implementazione del progetto.

Da sin.: Davide Canavesio, Alberto Unia, Kirsten Dunlop e Angela Monaco

“La città di Torino ha intrapreso il percorso per realizzare il Piano di Adattamento Climatico. In quest’ottica è alla ricerca di soluzioni di adattamento e mitigazione e per Climathon 2018 ha lanciato la sfida sugli eventi di precipitazione estremi”, ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente della Città di Torino Alberto Unia.

“La Città di Torino continua a sostenere forme innovative per trovare risposte alle sfide urbane. La nostra politica fortemente legata ad un’ottica di open innovation punta molto sullo studio, tramite hackaton, di soluzioni innovative legate al clima e a ciò che può essere di supporto ai nostri cittadini”, spiega l’assessora all’Innovazione Paola Pisano.

Climathon Torino è organizzato da Città di Torino, in collaborazione con Environment Park e MAcA. Partner: Polo CLEVER, Csi Piemonte, Hydroaid, Istituto per l’Ambiente e l’educazione Scholé Futuro onlus, Istituto Superiore Mario Boella, Open Incet, Ordine degli Architetti Torino, Politecnico di Torino,  SiTI, Consorzio TOP-IX, Torino Wireless, Università degli Studi di Torino. Sponsor: Lavazza, Cassagna, Nova COOP, SMAT e ASJA Ambiente Italia. Media Partner: Rai Radio 2.

Asja annulla le emissioni di CO2 generate da Climathon Main Stage e Climathon Torino con crediti di carbonio certificati RINA prodotti nei suoi impianti di produzione di energia rinnovabile in Piemonte.

Per il secondo anno Torino apre le porte ai giovani studenti con lo Young Climathon. Il 26 ottobre (mattino, Museo A come Ambiente) i ragazzi di tre scuole secondarie di primo grado della città, guidati dalle esperte di Hydroaid e dell’Istituto per l’Ambiente e l’educazione Scholé Futuro onlus, si sfideranno in un quiz sulle tematiche del cambiamento climatico, della risorsa idrica e infine degli eventi di pioggia estremi.

EIT CLIMATE-KIC

EIT Climate-KIC (Knowledge and Innovation Community) è la più grande partnership pubblico-privata dell’UE per affrontare il cambiamento climatico attraverso l’innovazione. La community è composta da oltre 300 partner tra aziende, università, settore pubblico e ONG. EIT Climate-KIC si concentra sulle leve del cambiamento sistemico, sostenendo l’innovazione laddove è più necessaria per accelerare processi di decarbonizzazione (eliminazione di combustibili fossili e carbonio negativo) e di adattamento e mitigazione. EIT Climate-KIC è finanziata prevalentemente dall’Istituto Europeo per l’Innovazione e la Tecnologia (EIT), un organismo dell’Unione europea: opera come una piattaforma per operare oltre i confini e tra i vari settori, promuovendo l’innovazione come catalizzatore della trasformazione.

Per ulteriori informazioni:

Website: climathon.climate-kic.org

https://climathon.climate-kic.org/en/main-stage-event

Twitter: www.twitter.com/globalclimathon

Facebook: www.facebook.com/climathon

Instagram: www.instagram.com/globalclimathon/

 

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top