Ti trovi qui: Home » Relazioni internazionali » Dall’Estonia a Torino per raccontare la Città green e attenta all’ambiente

Dall’Estonia a Torino per raccontare la Città green e attenta all’ambiente

Una troupe della rete nazionale estone Radio 4 è in questi giorni a Torino per realizzare un reportage sulle politiche ambientali e green del capoluogo piemontese, oggetto di crescente attenzione in Europa anche grazie alla partecipazioni a reti e progetti con altre città, e ai numerosi riconoscimenti ottenuti negli ultimi anni. nel 2020, in particolare, Torino è stata inserita dalla Commissione Europea tra le quattro città finaliste per il prestigioso titolo di European Green Capital 2022.

Nel corso della visita i giornalisti hanno incontrato i funzionari della divisione Ambiente e Verde dell’amministrazione cittadina, che hanno illustrato loro le strategie adottate dalla Città per rendere il territorio urbano sempre più sostenibile. Strategie che prendono avvio dal “Piano di Resilienza Climatica” e del “Piano Strategico dell’Infrastruttura verde”, due strumenti di pianificazione che tracciano gli obiettivi e definiscono gli strumenti per la realizzazione di tutti gli interventi in tema di verde, ambiente e adattamento climatico.

Il tour è continuato con la visita ad alcuni luoghi in cui sono stati realizzati alcuni interventi significativi. Al Parco Dora, uno dei simboli della trasformazione ecologica della città, i giornalisti hanno incontrato e intervistato l’assessora alle politiche per l’Ambiente Chiara Foglietta, che li ha accompagnati alla scoperta del grande parco, realizzato trasformando in verde un’area di circa 420 mila metri quadri occupata, per decenni, dall’industria pesante. Un’intervento di rigenerazione urbana complesso, realizzato con soluzioni green innovative, con un’attenzione alla creazione di ampi – e diversificati – spazi di socialità per la cittadinanza e al recupero di diverse testimonianze architettoniche del passato produttivo e industriale della città, in un unicum di forte impatto. 

Un altro luogo toccato dalla visita è stato Open011, Casa della Mobilità Giovanile e dell’Intercultura della Città in corso Venezia 11, dove grazie ad un progetto europeo è in corso di realizzazione un tetto verde: una soluzione green che può contribuire a migliorare il microclima urbano e a migliorare la gestione delle acque urbane in maniera sostenibile. 

L’ultimo giorno è stato dedicato alla visita di alcuni parchi cittadini: il Valentino e il Parco Stura. In quest’ultimo sono stati illustrati gli interventi di forestazione urbana, realizzati grazie alla collaborazione con associazioni non profit e all’impegno di alcune imprese del territorio. Rimanendo in questo ambito, è stato evidenziato come negli ultimi anni a Torino siano stati messi a dimora più di 50 mila alberi, con l’obiettivo di massimizzare i servizi ecosistemici forniti dal verde e contribuire, ad esempio, alla riduzione delle temperature, all’aumento della biodiversità urbana e allo stoccaggio di CO2.

 

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top