Ti trovi qui: Home » Società » Il Salone dell’Orientamento, un aiuto a famiglie e studenti per affrontare il futuro

Il Salone dell’Orientamento, un aiuto a famiglie e studenti per affrontare il futuro

Dal 21 al 23 novembre il PalaRuffini ospita il Salone dell’Orientamento 2019, organizzato dalla Città di Torino in collaborazione con la Città Metropolitana. L’evento è rivolto alle ragazze e ai ragazzi che devono scegliere come proseguire gli studi dopo la terza media: il Salone offre loro la possibilità di incontrare le scuole superiori e le agenzie formative di Torino per conoscere e valutare le caratteristiche dei diversi indirizzi di studio.

Nelle prime settimane del 2020, infatti, le famiglie dovranno scegliere a quale scuola iscrivere i loro ragazzi, optando per una tra le tante opportunità formative offerte dalle scuole superiori o per un corso di formazione professionale.

Da sinistra: Stefano Suraniti, Antonietta Di Martino, Barbara Azzarà, Francesca Di Liberti

“Il Salone dell’Orientamento è una manifestazione molto attesa, che risponde alle reali esigenze dei ragazzi. L’orientamento è un processo fondamentale associato alla crescita della persona nei contesti sociali, formativi, lavorativi e un servizio che risponde a un diritto dei cittadini – spiega l’assessora all’Istruzione della Città di Torino, Antonietta Di Martino -. Una materia importante su cui tutti gli enti devono lavorare insieme per offrire valide prospettive. Nei prossimi giorni verrà infatti firmato un protocollo d’intesa tra Comune, Città metropolitana, Regione e Ufficio scolastico regionale al fine di adottare una efficace strategia comune”.

“È importante che le famiglie conoscano quanto le istituzioni fanno per la scuola – spiega la consigliera della Città metropolitana delegata all’istruzione, Barbara Azzarà – i ragazzi sentono un grande bisogno di informazioni: è fondamentale non sbagliare la scelta. E le istituzioni finalmente agiscono in modo coordinato e sinergico, ognuna mettendo a disposizione le proprie competenze: il Salone dell’Orientamento è solo una delle tappe di questo percorso”.

L’ingresso al PalaRuffini, in viale Bistolfi 10, sarà riservato alle scuole al mattino, dalle 9 alle 14 nei giorni 21 e 22, mentre dalle 14 alle 19 il Salone sarà aperto al pubblico. Sabato 23, giornata conclusiva, accesso per tutti dalle ore 9 alle 18.

Al Salone partecipano 59 scuole (36 statali, 13 paritarie, 10 agenzie formative). Sono invece 108 le classi di scuole secondarie di I grado ad aver prenotato la visita, per un totale di 2304 allievi.

Gli stand delle scuole secondarie di secondo grado saranno suddivisi per aree di interesse. Le agenzie formative avranno uno spazio interamente dedicato alla formazione professionale.

In sintesi, il Salone è un’occasione per le studentesse, gli studenti e le loro famiglie per:

  • conoscere l’offerta scolastica e formativa presente sul territorio della città
  • raccogliere materiale sui percorsi di studio
  • incontrare docenti e studenti dei diversi istituti superiori e delle agenzie formative
  • confrontarsi con orientatori ed esperti

Il Salone dell’Orientamento offre inoltre un programma di incontri e di laboratori rivolti ad allievi, docenti e famiglie: approfondimenti sui percorsi scolastici e formativi, le opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione professionale, le prospettive del mondo del lavoro.

Psicologi e pedagogisti saranno di supporto, offrendo spunti di riflessione su come accompagnare i propri figli alla scelta e come accrescere la loro motivazione allo studio.

Il programma propone inoltre un approfondimento sul momento della scelta dedicato agli studenti diversamente abili e ai ragazzi che presentano esigenze educative speciali.

Una tavola rotonda sarà dedicata agli insegnanti sul ruolo che l’orientamento scolastico può avere nel contrasto alla dispersione e nella riproduzione delle diseguaglianze sociali.

Per ragazzi e ragazze la possibilità di accedere ad alcune attività interattive per scoprire attraverso il gioco percorsi scolastici, mestieri e professioni.

Il Salone dell’Orientamento è stato preceduto da una serie di incontri preparatori, organizzati dalla Città di Torino, rivolti agli allievi nelle classi e ai genitori su tutto il territorio cittadino, in collaborazione con le circoscrizioni.

Durante gli incontri, tenuti da orientatori esperti, sono state fornite a studenti e famiglie informazioni sul sistema scolastico, sui criteri di scelta, sulle modalità di iscrizione, sulle risorse disponibili sul web. Gli appuntamenti hanno coinvolto 286 classi per un totale di 6509 allievi delle classi seconde e terze. I genitori che hanno partecipato agli incontri organizzati dal 18 ottobre al 7 novembre sono stati 1364.

Il Salone dell’Orientamento è soltanto una delle tante azioni che la Città di Torino insieme alla Città Metropolitana, alla Regione Piemonte e all’Ufficio scolastico regionale stanno costruendo per sostenere il successo formativo e contrastare la dispersione scolastica.

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top