Ti trovi qui: Home » Società » La Marcia dei Diritti dell’infanzia porta in piazza i bambini

La Marcia dei Diritti dell’infanzia porta in piazza i bambini

Il 20 novembre dalle 9.30 alle 11,00, si svolgerà per le vie del centro di Torino la Marcia dei Diritti, organizzata dal Comitato Provinciale di Torino per l’UNICEF in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Torino, che vedrà quest’anno la partecipazione di  un migliaio di bambine, bambini, ragazze, ragazzi, docenti e famiglie delle scuole pubbliche e private del territorio.

Da sinistra: Antonio Sgroi, Federica Patti e Mussi Bollini

La Marcia, in occasione del 29° Anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, intende favorire una riflessione sulle condizioni di vita dei bambini e dei ragazzi ed offrire un contributo di solidarietà e tolleranza, invitando gli studenti a sfilare insieme contro ogni tipo di discriminazione. L’UNICEF sostiene, infatti, che promuovere azioni di sensibilizzazione e informazione sia un primo passo verso la tutela e la garanzia dei diritti dei minorenni nel mondo, e quindi anche in Italia.

“La Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza – ricorda Antonio Sgroi, Presidente del Comitato Provinciale di Torino per l’UNICEF – è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 e ratificata dall’Italia il 27 maggio del 1991. Nonostante il consenso suscitato universalmente da questo importante trattato giuridico, che ha vincolato i 194 Paesi che si sono impegnati a rispettarlo, in molte zone del Pianeta i diritti dell’infanzia sono purtroppo ancora negati. In questo momento storico – sottolinea il Presidente – tutti noi abbiamo la responsabilità di trovare nuove strade per affrontare le sfide che non abbiamo ancora vinto”.

La Marcia dei Diritti prenderà avvio da piazza Solferino per snodarsi lungo via Alfieri, Via XX Settembre, Via Pietro Micca, piazza Castello, via Palazzo di Città per concludersi in piazza Palazzo di Città.

Nel corso del percorso sono previste delle soste presso il Consiglio Regionale, la Regione ed il Comune per consentire agli studenti di consegnare ai Presidenti Nino Boeti, Sergio Chiamparino e alla Sindaca Chiara Appendino la copia della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030 perché le politiche giovanili e ambientali possano rientrare nelle rispettive agende politiche.

La ricorrenza del 20 novembre sarà lo spunto per l’avvio di un percorso di anteprime che anticiperanno il tema del terzo “Festival dell’Educazione” e accompagneranno la Città verso un evento ricco di proposte e di approfondimenti sui temi educativi, in programma dal 29 novembre al 2 dicembre (programma e anteprime sul sito festivaleducazione.net)

Salutiamo l’iniziativa dell’Unicef con grande soddisfazione perché anticipa e sottolinea l’attenzione che la Città di Torino ha sempre riservato ai temi dell’educazione, della formazione, della costruzione degli uomini e delle donne di domani – spiega Federica Patti, assessora all’Istruzione – Abbiamo creduto che Torino potesse rappresentare una città ideale, non soltanto per la sua storia; il tema dell’educazione è oggi ai margini del dibattito politico e, in generale, pubblico, e quando è presente lo è con sfumature negative mentre credo che occorra far emergere la parte positiva delle buone pratiche messe in campo dal mondo educativo. Siamo certi che il nostro obiettivo sia condiviso dagli organizzatori della Marcia in programma il 20 novembre prossimo e per questo saremo lieti di ricevere i manifestanti a Palazzo Civico”.

Infine, un ringraziamento particolare va al Museo Nazionale del Cinema che, nella stessa mattinata del 20, proietterà al Cinema Massimo per oltre 700 studenti, il film d’animazione “The Breadwinner” sostenuto e promosso dall’Unicef e ispirato alla storia di Paryana, ragazza di 11 anni che cresce sotto il governo dei Taliban in Afghanistan. Un’occasione per parlare con i ragazzi della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Per la Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Rai Ragazzi ha ideato alcuni eventi per la Città di Torino, sede della produzione della Tv per ragazzi. Utilizzando le migliaia di disegni che i bambini hanno inviato negli anni a La Posta di Yoyo e in generale alle trasmissioni di Rai Ragazzi, è stata progettata un’installazione che sarà posizionata sul muro della Rai tra via Verdi 14 e 16 a Torino, a partire da sabato 17 e fino a lunedì 26 novembre, per circa 50 metri di lunghezza, e circa 200 metri quadrati di spazio.

All’installazione verrà affiancato uno striscione con questa scritta: “Rai Ragazzi Centro Produzione Tv Rai Torino con il patrocinio di Città di Torino e Unicef – 20 novembre – Giornata internazionale per i Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza per i diritti di tutti i bambini”.

L’installazione verrà inaugurata alle ore 11.30 dalla Vice Direttrice di Rai Ragazzi Mussi Bollini, il direttore del Centro di Produzione Tv Rai Torino Guido Rossi, alcuni attori di Rai Ragazzi e un centinaio di bambini. E’ stata invitata l’assessore della Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi.

La stessa sera dalle 18 alle 24 sarà illuminata la cupola della Mole Antonelliana con i logo di Rai Ragazzi, l’Unicef e un simbolo Unicef della giornata.

Scuole aderenti alla marcia

I.C. San Mauro Torinese

Scuola Mazzini Torino

I.C. Manzoni Torino

Collegio Sacra Famiglia Torino

Convitto Umberto I Torino

I.C. Cena Torino

I.C. Tommaseo Torino

I.C. Pertini Torino

Liceo Classico e Musicale Cavour Torino

(mm)

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top