Ti trovi qui: Home » Territorio » Smartphone per il controllo della sosta in dotazione agli agenti della Polizia municipale

Smartphone per il controllo della sosta in dotazione agli agenti della Polizia municipale

Nei prossimi giorni gli agenti del corpo di Polizia municipale saranno dotati di smartphone per il controllo della sosta.  “Si tratta di una forte innovazione sul tema del controllo del territorio e della sosta su suolo pubblico”, commentano gli assessori alla Viabilità e alla Polizia Municipale e alle Politiche per la sicurezza, Maria Lapietra e Roberto Finardi . 

L’evoluzione tecnologica ha consentito l’introduzione di diversi applicativi elettronici per il pagamento della sosta (che stanno di fatto limitando l’utilizzo dei parcometri e la conseguente esposizione del tagliando) il cui controllo era riservato ai soli ausiliari del traffico di GTT.  Prossimamente la  verifica del pagamento potrà essere effettuata anche dagli agenti di Polizia Municipale dotati di questi dispositivi mobili.

Con il graduale processo di smaterializzazione dei tagliandi di sosta  per i residenti ad opera di GTT, i vigili potranno contestualmente controllare in modo automatico, veloce ed efficiente il regolare pagamento della sosta temporanea e la validità dei permessi residenti.

L’utilizzo degli smartphone permetterà altresì di migliorare il monitoraggio della sosta su strada consentendo di effettuare accertamenti sempre più puntuali e sistematici sulle aree riservate ai residenti, le cosiddette strisce gialle, che verranno gradualmente estese.

“L’obiettivo è una  maggiore tutela dei diritti dei residenti delle zone del divertimento notturno, spesso sotto pressione per quanto riguarda la domanda di parcheggio da parte degli  avventori – sottolineano Lapietra e Finardi – . Garantire aree di sosta riservate ai residenti è un passo imprescindibile  per poter mantenere alti standard nella gestione del parcheggio su suolo pubblico e di qualità della vita.”

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top