Ti trovi qui: Home » Cultura » L’arte come veicolo di integrazione urbana

L’arte come veicolo di integrazione urbana

di Luisa Cicero

Arti. Grammatica di una città è un evento organizzato il 20 e 21 dicembre al Polo del Novecento (via del Carmine 14) dall’Ismel – Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro dell’Impresa e dei Diritti Sociali – per ragionare intorno all’arte come veicolo di integrazione urbana.Partendo dal concetto del fare insieme ISMEL avvia una riflessione sulla città e i suoi quartieri, dimostrando come attraverso la cultura e l’arte si può fare integrazione, creare cittadinanza, determinare un concetto di bene comune da salvaguardare anche con momenti di confronto con Francesca Leon, Assessora alla Cultura della Città di Torino, Federica Patti, Assessora all’Istruzione della Città di Torino e Antonella Parigi, Assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte.  Nei due giorni  i bambini, le maestre e i genitori della scuola dell’infanzia municipale Bay di San Salvario festeggeranno al Polo del Novecento – dove sono conservate le carte e i documenti negli archivi della Storia – il valore di un piccolo esperimento sociale messo in atto a partire dal 1996. Ventuno anni fa, infatti, il piccolo asilo frequentato in gran parte da bambini stranieri, chiese aiuto al Comune per finanziare “Tappeto volante”, un progetto realizzato con il dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, che trasformò le differenze in valore aggiunto, riducendo la portata del conflitto, utilizzando l’arte come mezzo di comunicazione universale capace di unire le diversità esaltando il valore aggiunto delle diversità in campo.

L’asilo Bay diventa “laboratorio” progettuale nell’incontro costante con il Museo: si ridipinge la scuola, si producono piccoli film di animazione fatti dai bambini, si crea la Festa del Bianco, il colore in cui si annullano le altre tinte, un percorso festoso che parte dalla trasformazione dello spazio e si conclude con il cibo bianco: riso dolce, biscotti coperti di zucchero a velo, meringhe, pane arabo.

Arti. Grammatica di una città offre anche un’occasione di confronto.  San Salvario diventa in poco tempo un luogo che attraverso la cultura produce aggregazione. Ispirandosi a una storia vera, quella del fotografo torinese Michele D’Ottavio, Enrico Verra gira nel 1998 “Benvenuto a San Salvario” un film che racconta in meno di mezz’ora la pelle e il corpo del quartiere. Un fotografo sopravvive grazie al lavoro che i nuovi torinesi africani gli commissionano per le loro feste – matrimoni, foto ricordo da mandare a casa, in Nigeria o in Costa d’Avorio – vive in mezzo a loro, si conquista la loro fiducia, diventa l’autore di ritratti che certificano lo status sociale di stranieri non del tutto integrati ma prossimi all’integrazione. La Falchera è presente nel film di Giacomo Ferrante “Real Falchera F.C.”, Le Vallette nel progetto MetropolitanArt di Stalker Teatro diretto da Gabriele Boccaccini, Mirafiori con la Fondazione Mirafiori, guidata da Bruno Manghi e Elena Carli.

L’ingresso alla due giorni è gratuito. Informazioni  per il programma: segreteria@ismel.itwww.ismel.it .

 

PROGRAMMA
20 DICEMBRE | Polo del’900:

h. 10 | Alla scoperta del Polo
Le ARTENAUTE del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli accolgono i bambini della Scuola dell’Infanzia Municipale Bay con una prima visita al Polo del ‘900.

h. 17 | Sala ‘900 | METROPOLITAN ART 3. Arte Contemporanea per una metropoli
Saluti di Alessandro Bollo (direttore del Polo del ’900) e Giovanni Ferrero (Presidente di Ismel) Gabriele Boccacini e Anna Pironti (Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli), in dialogo con Antonella Parigi (Assessora Cultura e Turismo, Regione Piemonte) e Francesca Leon (Assessora Cultura, Comune di Torino), presentano il progetto volto a promuovere l’interazione tra il teatro, i musei di arte contemporanea, la città e le sue periferie. Seguirà aperitivo in Sala Voltoni.

h. 19 | “Affresco” di Richi Ferrero | Scalone Juvarriano
L’ambiente di passaggio, tra il Salotto del ‘900 e l’Area Kids, diventa luogo immersivo ed emozionale, un punto di raccordo (e di racconto) tra le persone e gli spazi.

h. 18.30 | Sala ‘900 TAPPETO VOLANTE
ARTENAUTE realizzano il Tappeto volante. Un gesto semplice che incrocia trame colorate nella rete da cantiere, per favorire l’integrazione e le relazioni tra le persone.

GRAMMATICA DI UNA CITTA’
#Superottimisti – Archivio di film di famiglia. Le bobine raccontano momenti di vita familiare impressi sulla pellicola da cineamatori piemontesi, ma anche i cambiamenti sociali e di costume che hanno caratterizzato le vie della Circoscrizione 8.
– Dal Valentino a San Salvario – La storia di un quartiere: intervento a cura degli storici Donatella Sasso (Istituto Salvemini – Torino) ed Enrico Miletto (Fondazione Vera Nocentini).
– Fondazione della comunità di Mirafiori: Elena Carli presenta le attività della Fondazione che promuove attività per incrementare la qualità della vita nel quartiere Mirafiori.
– San Salvario – Il caso delle biblioteche: rivalutazione e sviluppo di un quartiere – intervento a cura di Franco Prizzon (Politecnico di Torino).
– San Salvario crocevia di fedi: Giampiero Leo (Presidente Coordinamento Interconfessionale «Noi siamo con voi») dialoga con Serena Martini (progetto San Salvario e le sue religioni)
– “Qui non c’è il mare” – Montaggio di materiale audiovisivo a cura dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa, sonorizzato dal vivo da Paolo Spaccamonti.

h. 20 | Sala Voltoni | SIAMO ALLA FRUTTA!
Un tavolo per la condivisione di racconti ed esperienze.

h. 20.45 | Sala ‘900 | ARTI
Il ruolo dell’artista in periferia: progetti e prospettive – Alessandro Bulgini (Opera Viva – Luci d’artista di Barriera) e Richi Ferrero in dialogo.

TAPPETO VOLANTE STORY
Video-intervista di Don Piero Gallo (dal 1992 al 2012 Parroco dei Ss. Pietro e Paolo in largo Saluzzo); interventi di Marica Marcellino (Responsabile Pedagogica della Scuola dell’Infanzia Municipale Bay), con Anna Pironti e Paola Zanini (Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli) sul progetto Tappeto Volante.
h.21.30 | Area Kids | Brice Coniglio ViadellaFucina16
Brice Cornelio Coniglio presenta il progetto ViadellaFucina16, programma di residenza per artisti e primo esperimento internazionale di condominio-museo.

h. 21.45 | Sala Didattica | I BORDI DI UN’IMMAGINE
Michele D’Ottavio presenta “7° a est di Greenwich”, un percorso fotografico a San Salvario.

LE PERIFERIE DEL CINEMA
Giuseppe Culicchia dialoga con Enrico Verra e Giacomo Ferrante. Proiezioni di:
“Benvenuto a San Salvario” (Enrico Verra, 1999)
“Real Falchera F.C.” (Giacomo Ferrante, 1991)

21 DICEMBRE | Polo del ‘900

h.14.30 ARTENAUTE In Action con i bambini della Scuola Bay.
h.17.30 | Sala ‘900
Festa del Bianco! Sono invitati a partecipare gli attuali alunni della scuola Bay con i genitori, gli ex alunni e le loro famiglie e amici.
Interventi di Federica Patti (Assessora all’Istruzione | Comune di Torino), Aldo Garbarini (Direttore Centrale Divisione Servizi Educativi), Don Mauro Mergola (Parroco Chiesa S.s. Pietro e Paolo).

Scambio d’identità a cura di Gianni Colosimo: una performance che nasce da uno scambio, e termina con un dittico.

h.18.30 Light. Scherzo per voce di Cristina Pistoletto
Alessandro Bulgini, Opera Viva – Luci d’artista di Barriera

Gran Finale: Il Terzo Paradiso / Rebirth-day
L’Oper-Azione Terzo Paradiso, il 21.12.2017, nel chiudere i due giorni di azioni e riflessioni di Arti. Grammatica di una Città, consente di condividere l’esperienza del Rebirth-day con tutti coloro che hanno partecipato portando il contributo di visione e innovazione che caratterizza il progetto di Michelangelo Pistoletto nel suo complesso, mentre apre a nuovi e inediti sviluppi.

Negli spazi del Polo del ‘900, il 20 e 21 dicembre 2017 saranno proiettate:
– le fotografie di Michele D’Ottavio scattate nel corso degli anni Novanta agli abitanti del quartiere dentro e fuori dalla Scuola Bay;
– i filmati dei workshop prodotti con i bambini dal Laboratorio di via Mille Lire della Città di Torino e le interviste realizzate agli ex alunni che hanno partecipato al progetto “Tappeto Volante”.
– le immagini di Fabio Melotti, Giorgio Sottile e Paola Zanini relative al progetto di Stalker Teatro “Metropolitan Art”.

Durante le due serate saranno letti brani da Adriana Zamboni e Lorenzo Bartoli, tratti dal volume Tappeto Volante, L’Arte Contemporanea nella valorizzazione del contesto sociale (Ananke, 2010) a cura di Anna Pironti e Paola Zanini.

Tag: , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top