Ti trovi qui: Home » Torino cambia » Per una democrazia diretta arriva la piattaforma “DecidiTorino”

Per una democrazia diretta arriva la piattaforma “DecidiTorino”

di Piera Villata

Si chiama “Decidi Torino” la nuova piattaforma web tramite la quale i torinesi potranno avanzare proposte e votarne altre, partecipando attivamente ai processi decisionali che riguardano il futuro della città.

Da diversi anni le amministrazioni pubbliche affrontano il tema della partecipazione e del coinvolgimento dei cittadini nel trattamento dei problemi pubblici come esperienza di democrazia e formazione di virtù civiche.

Con la piattaforma “Decide”, già sviluppata dalla Città di Madrid, la Città di Torino intende attuare una metodologia che apre la via alla democrazia dal basso mediante meccanismi diretti e vincolanti avvicinando così i cittadini alle decisioni prese dall’Amministrazione e permette di scegliere e indicare le priorità sulle quali la municipalità deve intervenire.

Il Comune di Torino sta lavorando a una serie di strumenti integrati tra di loro: Big data, analisi e rappresentazioni con strumenti di infografica andranno a costituire le fondamenta del nuovo sistema informativo con il quale il cittadino si potrà interfacciare attraverso una piattaforma e un’applicazione partecipativa per dispositivi mobili.

La piattaforma DecidiTorino.it rispetta e fa proprie le linee guida sulla “Consultazione Pubblica in Italia” redatte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’obiettivo per il Comune di Torino è di dotare la cittadinanza di uno strumento di Open Government ed e-Partecipation tramite il quale la popolazione possa partecipare attivamente ai processi decisionali dell’Amministrazione  (ad esempio proponendo interventi, dibattendo su proposte e soluzioni, indicando preferenze per la spesa dei budget, votando direttamente le varie iniziative), avere più trasparenza sull’attività amministrativa (persone, ruoli, contratti, agenda) e ottenere dati aperti su tali iniziative.

Questo sistema è governato da un team che si occupa sia della piattaforma sia del processo (moderazione dei dibattiti, fattibilità delle proposte).

Il gruppo, formato da un rappresentante di ogni direzione del    comune, supporterà l’utilizzo e la diffusione della piattaforma sia all’interno della pubblica amministrazione sia tra i cittadini.

Possono partecipare alle funzioni della piattaforma tutti i soggetti con un’età maggiore di 16 anni residenti a Torino.

“Si tratta di un portale – spiega l’assessora alla Partecipazione Paola Pisano – in cui i cittadini non solo copartecipano alla progettazione delle opere pubbliche, ma possono anche proporre alcuni progetti che, se votati dagli altri cittadini, possono essere presi in considerazione dall’amministrazione e realizzati. E’ una metodologia che apre la via alla democrazia dal basso mediante meccanismi diretti e vincolanti avvicinando i cittadini all’ Amministrazione e permettendo così di definire le priorità sulle quali la municipalità deve intervenire”.

Tag:

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top