Ti trovi qui: Home » Economia » Tief: Torino, una città dove poter vivere e lavorare

Tief: Torino, una città dove poter vivere e lavorare


“Una città delle opportunità, un luogo che incoraggia l’innovazione e lo sviluppo, un’area metropolitana accogliente che offre le condizioni favorevoli a realizzare il proprio progetto di vita e di impresa.”
La Torino presentata al Tief dall’assessore al turismo e commercio Alberto Sacco in apertura della sessione dedicata ai servizi per le PMI e le Start Up è una città “Open for business”, ma anche e soprattutto “Open to life.”
Tra i fattori più promettenti nel generare sviluppo economico e crescita sociale, le esperienze internazionali indicano l’importanza degli ecosistemi a supporto dell’imprenditoria.
Le nuove imprese sono una risorsa preziosa e fondamentale, contribuiscono ad aumentare gli occupati e permettono di rinnovare il tessuto di quelle esistenti. Valorizzano e generano a loro volta innovazione un fattore competitivo fondamentale.
“L’area metropolitana torinese ha tutte le carte in regola per diventare città delle startup – ha spiegato l’assessore nel suo intervento – : beneficia di una forte specializzazione manifatturiera e hi-tech, poggia su un sistema avanzato della ricerca di base e applicata, vanta istituzioni educative di livello e ha un costo competitivo dei servizi e delle facilities.”
Ma Torino gode di un’elevata qualità della vita.
Nel 2016 è stata dichiarata seconda città più innovativa dalla Commissione Europea nell’ambito del premio iCapital. Un riconoscimento conquistato grazie a eccellenze quali i3P, l’incubatore del Politecnico V per importanza in Europa e XV^ al mondo e la vocazione cittadina per la Open e la Social lnnovation.
Con il bando FaciliTo Torino ha distillato ben 240 idee del territorio che hanno dato vita a 54 progetti per 32 imprese. “Il successo di iniziative come questa – ha detto l’assessore – segna la strada da percorrere verso il futuro. Torino deve mantenere il proprio ruolo di città dei grandi eventi dagli sportivi ai culturali. Nei prossimi 5 anni raddoppieremo il flusso dei turisti sfruttando appieno le potenzialità della città e del territorio circostante.”
Sacco ha poi ricordato come Torino sia la capitale di una regione che vanta una delle cucine più varie d’Italia e del mondo e ha garantito che continueranno a essere valorizzate tutte quelle iniziative che hanno contribuito a consolidare il suo ruolo centrale nell’ambito della cultura del cibo: Terra Madre/ Salone del Gusto CioccolaTo, il Festival del Giornalismo alimentare e nel 2018 il premio Bocus D’or.

Tag: ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top