Ti trovi qui: Home » Cultura » “Infiniti sensi, precise direzioni”: è il 31° Torino Gay & Lesbian Film Festival

“Infiniti sensi, precise direzioni”: è il 31° Torino Gay & Lesbian Film Festival

stonewall 2_600

Una scena di “Stonewall” di Roland Emmerich, che aprirà il festival

di Gino Strippoli

“Infiniti sensi, precise direzioni” è il claim del 31° Torino Gay & Lesbian Film Festival che si svolgerà dal 4 al 9 maggio 2016 a Torino nelle tre sale del Cinema Massimo. “Il titolo di questa edizione – ha detto il direttore Gianni Minerba, durante i lavori della V Commissione  – sintetizza  il lavoro di ricerca svolto in trentuno anni di festival. La programmazione di quest’anno avrà ben 84 film, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, che sono rappresentativi della pluralità di voci proprie del cinema GLBT. Ben 56 saranno le anteprime italiane, una europea e otto mondiali”.

A farla da protagonista, alzando il sipario del Festival,  sarà sicuramente  il film di Roland Emmerich, in anteprima nazionale,  intitolato Stonewall  che narra i moti del 1969 che cambiarono la storia  della comunità LGBT.

La dimensione internazionale che ha assunto il  Festival la si può identificare attraverso i 18 film che arrivano dagli Stati Uniti e dall’Italia, dai 9 della Germania, dai 6 del Regno Unito da Canada e Francia con 5 ciascuno. Inoltre saranno in proiezione anche opere cinematografiche che arrivano dall’Iraq, dal Vietnam, da Taiwan, da Cuba, India e Tunisia.

“Il 2016 – ha ricordato Minerba – è stato segnato dalla scomparsa  di importanti personalità artistiche e culturali, che hanno lasciato una grandissima eredità. Fra questi saranno ricordati Gianni Dondolino, con la proiezione di “Un Chant d’amour” di Jean Genet; Ettore Scola, con “Una giornata particolare”, alla presenza della figlia Silvia Scola; e David Bowie, del quale sarà ripercorsa la vita artistica  con una selezione dei suoi videoclip più significativi”.

Cinque i premi che saranno assegnati : il Premio Ottavio Mai, il Premio Queer e il Premio al miglior cortometraggio. Poi due riconoscimenti  assegnati dal pubblico:  il Premio The Best Torino per il miglior lungometraggio e il Premio per il Miglior cortometraggio.

Tra le giurie di esperti ci sarà il creatore  del Teddy Award, Wieland Speck, la cantante  Paola Turci e l’attore Alessandro Borghi.

Sei giorni di programmazione di altissimo livello tale da soddisfare  anche i cinofili più esigenti. “Le tematiche dei film – concluso Minerba –  spazieranno dalla religione ai rapporti affettivi e sessuali, dal bullismo, che ancora troppo spesso è triste componente della vita delle persone lgbt, ai rapporti familiari”. Spiccano le presenze di paesi come Israele e Brasile.

 

 

Tag: , , , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top