Ti trovi qui: Home » Territorio » Guizzo-Baleno: la nuova luce di Barriera

Guizzo-Baleno: la nuova luce di Barriera

di Cristina Assenzio, in collaborazione con la redazione di TorinoClick 

Sarà posta a Torino, nella storica periferia nord della Città, la nuova opera permanente dell’artista Mario Airò. Verrà inaugurata giovedì 28 maggio alle 21.30 in Via Baltea3/Laboratori di Barriera a conclusione di un pomeriggio ricco di eventi, organizzati nel centro, legati tra loro da un unico filo conduttore: la luce.

Guizzo-Baleno. Questo il nome della scultura luminosa commissionata dalle realtà che operano e lavorano nel nuovo centro di Barriera di Milano. Posizionata all’ingresso accoglierà e accompagnerà i visitatori agli spazi e alle molteplici attività di via Baltea 3. Un segno aereo dall’andamento ampio e inclusivo di un arco che all’improvviso cambia direzione e, come un’onda, si riavvolge su sé stesso. Realizzata in bronzo trattato con cinque differenti bagni galvanici che producono colorazioni diverse – dal cromo nero al rame, dall’oro all’argento, al nichel – la scultura evoca la forza energetica dell’arco voltaico e l’incanto di un arcobaleno impresso nell’alchimia della materia e nella sua capacità di trasformazione degli elementi come delle idee: pesante-leggero, singolare-plurale, opaco-luminoso, scuro-chiaro.

È un salto che si avvolge qui in una piroetta evocando il nodo, l’intreccio, il legame da cui generano due cerchi di luce. Un segnale che funziona come premessa e come dote di un nuovo spazio sociale e culturale della città.

Una co-produzione di a.titolo e dell’associazione Sumisura, finanziata dalla Fondation de France di Parigi, dall’assessorato alla Cultura, Turismo delle Regione Piemonte, dall’assessorato alla Gioventù della Città di Torino, dalla Compagnia di San Paolo.

Un’opera dunque che ben si inserisce nel nuovo spazio sociale pensato per il quartiere. Via Baltea3/Laboratori di Barriera nasce nel 2014 come spazio di condivisione, luogo dove produrre e autoprodurre, cose e cittadinanza. Dove prima esisteva una tipografia oggi esiste un punto di aggregazione, un luogo multifunzionale con laboratori artigianali, un’attività di ristorazione e spazi per i servizi, per i cittadini e per il quartiere; dove si sperimenta l’intreccio tra vocazioni sociali, creative, produttive e culturali basato sullo scambio di saperi, la collaborazione e la relazione.

Via Baltea ha come scopo quello di riuscire a integrare le attività commerciali e produttive con un’attenzione particolare all’aspetto della socialità e della costruzione di relazioni solidali e di qualità. Produzione e autoproduzione: nei Laboratori di Barriera si producono beni e servizi, ma sono anche luoghi in cui si intende promuovere il riciclo, l’autoriparazione, il risparmio dei consumi, lo scambio.

È gestito dalla cooperativa Sumisura s.c. – Risorse per l’Ambiente e la Città, in collaborazione con la cooperativa sociale e con l’associazione di promozione sociale Sumisura.

La presenza di un’opera ideata da un artista di rilievo internazionale quale Mario Airò è un altro ulteriore, importante tassello che va a inserirsi nel progetto di rigenerazione urbana che sta interessando Barriera. Contribuire a rinnovare la proposta culturale rendendo i luoghi, in centro come in periferia, più inclusivi e aperti ai giovani, studenti, bambini, adulti, anziani, visitatori occasionali, nuovi cittadini, lavoratori o disoccupati, tutti intesi come cittadini culturali.

Molteplici gli appuntamenti per la giornata di giovedì 28 maggio in via Baltea 3. In occasione dell’inaugurazione dell’opera, dal pomeriggio si terranno workshop dedicati alla luce rivolti a bambini, giovani e adulti. Dj set e live music fino a sera tra pop, rock e jazz.

Alle 16.30 Fabbricatori di luce – Laboratori di piccole sculture elettriche – a cura di Atelier Héritage – Aperto a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.

Alle 17 Origami luminosi – Workshop di autocostruzione di origami luminosi per creare una lampada e led – a cura di Dana Lapascu/Studio Superfluo per Cartiere Barca – Aperto a ragazzi e adulti.

Alle 19 Pixel su Radio Banda Larga ai microfoni di René Striglia – Ospite d’eccezione l’artista Mario Airò

Alle 19.30 Aperitivo luminoso e dj set con rbl – Assaggi di cucina baltica condita da suggestioni musicali con Roberto Lupano e il suo programma Onde Martenot su Radio Banda Larga

Alle 21.30 Guizzo-baleno – Inaugurazione dell’opera di Mario Airò – Al calar della sera l’accensione dell’opera d’arte contemporanea di Mario Airò per Via Baltea3/Laboratori di Barriera. A seguire Jam Session Jazz a cura di Jazz School Torino.

 

 

 

Tag: , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top