Focus - Torino Living Lab. L’innovazione è di casa a Campidoglio

a cura di Mauro Marras

Nasce uno spazio aperto di sperimentazione

Un quartiere residenziale come tanti, con molti anziani e il 25 percento dei cittadini con meno di 15 anni. Ha un vecchio borgo storico con tante pareti affrescate da artisti, un importante mercato, 2500 attività, è attraversato da nove linee Gtt e dalla Metropolitana. È il quartiere Campidoglio, scelto dall’amministrazione per essere il living lab torinese.

Nasce infatti Torino Living Lab. Il bando “aperto” che la Città lancia oggi è alla ricerca di soggetti interessati a sperimentare iniziative e soluzioni tecnologiche innovative, di interesse pubblico e coerenti con le linee di azione indicate nel piano strategico di Torino Smart CityLa presentazione è avvenuta martedì scorso nella sede dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, presenti il sindaco Piero Fassino e l’assessore Enzo Lavolta, l'incontro era moderato da Luca Ferrua de La Stampa.

continua

Che cos’è un Living Lab?

Un Living Lab è un’infrastruttura per la sperimentazione di nuove tecnologie in condizioni reali in un contesto geografico circoscritto e in un arco di tempo limitato, con l’obiettivo di testarne la realizzabilità e il grado di utilità per gli utenti finali (cittadini, imprese, beneficiari, etc). L’interazione con gli utenti permette un continuo miglioramento della tecnologia al fine di migliorarne le caratteristiche in vista di una sua applicazione su più larga scala.

Elementi che definiscono i Living Lab:

1. coinvolgimento attivo e costante degli utenti finali (users): - gli utenti coinvolti devono essere quelli che effettivamente usano il prodotto/servizio che si intende testare/validare - gli utenti coinvolti possono essere singoli cittadini, associazioni, imprese, istituzioni - il numero di utenti coinvolti è variabile in relazione alla tipologia di prodotto/servizio che si intende testare/validare - il coinvolgimento degli utenti deve avvenire in condizioni reali, legate cioè a normali ambienti di vita e/o lavorativi (non ambienti artificiali) - il coinvolgimento degli utenti deve essere realizzato in tutte le fasi del processo di sviluppo e funzionamento del LL (gli utenti non devono essere usati solo per testare prodotti/servizi già sviluppati).

2. metodo di lavoro e struttura organizzativa: - prevedere il coinvolgimento di attori e soggetti del mondo produttivo, del sistema della ricerca e del settore pubblico - definire chiare forme di collaborazione tra i diversi partner coinvolti nel LL - definire le modalità di gestione dei feedback degli utenti - definire la piattaforma tecnologica di supporto allo sviluppo e al funzionamento del LL - evidenziare il potenziale di crescita e di sostenibilità nel medio-lungo periodo del LL. (dal sito della Regione Piemonte)

continua

ScontriNO

Ma quanto è difficile archiviare e, soprattutto, non perdere gli scontrini della farmacia oppure evitare che si scoloriscano.

ScontriNO è un sistema innovativo e brevettato per la creazione e conservazione nel cloud di scontrini fiscali parlanti in forma di documenti digitalizzati validi per la deduzione o detrazione fiscale delle spese e l’idea nasce da una start up di due ragazzi torinesi sotto i 40 anni laureati in economia e commercio, recentemente sostenuti da un fondo di investimento che crede nel progetto.

continua

I love toret

E’ una applicazione  - APP - promossa dall’associazione I love Toret e Smat, che utilizza i toret presenti in tutta la città come un nuovo canale di comunicazione, trasformando ogni fontana in un “hot spot” per veicolare, in forma gratuita e non invasiva, contenuti geolocalizzati e personalizzati:

continua

Bioops

Si tratta di una polvere antifermentativa per rifiuti organici creata da una start up locale incubata fino a dicembre 2015 in 2I3T che nasce da una intuizione di un economista ambientale torinese e due giovani biotecnologhe anch’esse torinesi.

I tre giovani attenti all’ambiente e alle implicazioni economiche della differenziata hanno scelto, infatti, di cercare una soluzione per ridurre gli odori e i liquidi che accompagnano la raccolta dell’organico e generano, pertanto, difficoltà nel gestire il ritiro e la saturazione dei cassonetti.

continua

City & Safety Platform

Nasce dalla constatazione di una Azienda locale - Aizoon, in collaborazione con alcuni enti di ricerca del territorio - che il mondo digitale è ormai perfettamente in grado di fornire nuovi strumenti per accorciare la distanza tra cittadino e decisore, di inserire le persone all’interno del processo virtuoso necessario per rendere la città un luogo più sicuro e accogliente.

Avere città più sicure significa avere persone più serene, ma la sicurezza nasce dalla collaborazione e dalla partecipazione.

continua

Air Energy

Si pone l’obiettivo di sviluppare un sistema integrato composto da mini turbine eoliche per la produzione di energia elettrica, da installare in posizioni opportune di sedi stradali e autostradali per sfruttare l’energia del vento prodotta dal passaggio dei veicoli. Si possono così installare in sistemi già presenti, minimizzando l’impatto ambientale, e potranno essere integrati con elementi di arredo urbano, come l’illuminazione pubblica. Se installate in zone periferiche urbane su strade a media densità di traffico, possono fornire l’alimentazione per aree smart, dedicate ad esempio a stazioni di ricarica per auto elettriche, di car e bike sharing. In caso di installazione di numerosi dispositivi, l’energia prodotta potrà essere immessa in rete se non immediatamente utilizzata.

img_1406

Planet Idea Lab

Il primo esempio di Social Smart City, in grado di ospitare circa 25mila abitanti insieme a insediamenti commerciali e industriali, è in corso di costruzione in Brasile, su di un’area di 330 ettari posta a breve distanza da Fortaleza, capitale dello Stato del Cearà. Planet Idea Lab dimostra che lo stesso approccio può essere applicato a diverse soluzioni progettuali: dal quartiere alla fabbrica, dal centro commerciale al centro sportivo, sino ad arrivare alla piazza smart che viene presentata nell’ambito del progetto Living Lab, promosso dal Comune di Torino, e che verrà realizzata in contemporanea anche nella città di Fortaleza.

continua

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top