Ti trovi qui: Home » In Comune » Iren Smart Solution: attivati a Torino 101 contratti di efficientamento energetico

Iren Smart Solution: attivati a Torino 101 contratti di efficientamento energetico

Sono 101 i contratti che Iren Smart Solutions – società del Gruppo Iren che offre soluzioni integrate per l’efficienza energetica rivolte a condomini, imprese, PA, enti no profit e assistenziali – ha attivato nel corso dell’anno 2021 per interventi di efficientamento energetico nel territorio di Torino e comuni limitrofi. Di questi, 69 sono realizzati grazie al ‘superbonus 110%’ e 32 con il ‘bonus facciate’, per un importo complessivo totale di 55 milioni di euro.

Si tratta di interventi che coinvolgono indirettamente anche l’Amministrazione Comunale – in particolare l’area Edilizia privata – nei cui uffici si trova l’archivio edilizio, a cui cittadini e operatori si rivolgono  per le verifiche d’archivio propedeutiche alla presentazione delle pratiche edilizie necessarie all’attivazione degli incentivi normativi.

Una particolare rilevanza riveste il cantiere che coinvolge 336 appartamenti complessivi in tre diversi edifici situati tra via Reiss Romoli e via Scialoja, oggetto di un’importante operazione di efficientamento energetico realizzato da Iren Smart Solutions attraverso il meccanismo del Superbonus 110%.

Questa soluzione permetterà agli edifici di passare dall’attuale classe energetica E ad una A3 senza che i condomini debbano affrontare alcuna spesa. Iren Smart Solutions offre infatti soluzioni “chiavi in mano”: nel processo di riqualificazione degli edifici (superbonus 110%, bonus facciate e altri bonus casa) assume la piena titolarità e responsabilità del contratto di appalto verso il condominio e assume il ruolo di Appaltatore unico (dalla progettazione alla realizzazione di interventi di riqualificazione edilizia e/o antisismica).

L’intervento coinvolge complessivamente una copertura (in pianta) di quasi 3.460 metri quadrati totali e 89mila metri cubi di volume riscaldato.

Gli stabili, edificati negli anni ’70, sono realizzati in cemento armato e con tamponamenti nel laterizio tipico del periodo di costruzione (mattone forato a cassa vuota); i serramenti, definiti di prima generazione, sono allo stato originario e sono realizzati in materiale metallico, con doppio vetro a camera, con prestazioni termiche poco performanti.

I lavori di efficientamento energetico prevedono la realizzazione di isolamento termico “a cappotto” su tutto il perimetro disperdente, la coibentazione della copertura e la sostituzione degli infissi esterni con elementi ad alta efficienza. Infine, sarà riqualificata la centrale termica installando nuovi generatori a condensazione permettendo così ai tre edifici di passare alla classe energetica A3.

L’importo complessivo dei lavori ammonta a 20 milioni di euro che – grazie al meccanismo del superbonus – consentirà ai condomini di non sostenere alcun costo. I lavori sono iniziati a giugno 2021 e si prevede la conclusione nel dicembre 2022.

I vantaggi ambientali di questo intervento sono molteplici, sia in termini di risparmio economico che di risorse naturali. Significativa inoltre la diminuzione delle emissioni: si risparmieranno infatti ogni anno oltre 355.000 mcetri cubi di gas naturale e si ridurranno le emissioni di CO2 per 695mila kilogrammi pari a circa 7mila alberi.

 

 

 

Tag: ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top