Ti trovi qui: Home » Altre notizie » Un inno per raccogliere fondi destinati ai figli dei sanitari vittime del Covid-19

Un inno per raccogliere fondi destinati ai figli dei sanitari vittime del Covid-19

La Nazionale Italiana Dell’Amicizia scende nuovamente in campo con un progetto musicale inedito.

Lancia una nuova canzone “I nostri eroi”, un inno di ringraziamento a tutti gli operatori sanitari e agli assistenti e volontari – Croce rossa, Croce verde, Protezione Civile – che hanno lottato contro il Covid-19, per raccogliere fondi destinati a borse di studio da donare ai figli minorenni di quanti sono deceduti per aver contratto il virus mentre lottavano per salvare le vite dei pazienti. In questa battaglia, lo ricordiamo, sono rimasti sul campo più di centosessanta vittime tra medici e infermieri.

Chi vorrà sposare l’iniziativa – nata dalla collaborazione tra Walter Galliano, Fabio Artesi e Nida onlus, promotrice di progetti sociali e solidali – potrà comprare il brano cd/dvd o fare un bonifico alla Nazionale Italiana dell’Amicizia onlus indicando nella causale “Covid-19” Iban: IT68U0200830755000102025366”.

Al progetto si potrà contribuire acquistando un cd/dvd realizzato da una squadra di ben 21 cantanti tra artisti professionisti, emergenti e bambini. Tra loro anche Alberto Unia, assessore alle Politiche per l’ambiente della Città di Torino, uno dei molti amici della onlus. Qui il video.

Tutto ha inizio da un’idea del giornalista Fabio Artesi, da sempre interessato alle iniziative della Nazionale Italiana dell’Amicizia, che decide di offrire a Nida onlus il materiale fotografico raccolto dall’inizio della pandemia, per utilizzarlo in un video musicale, raccontato dalla nuova canzone scritta proprio Walter Galliano, ‘Capitan America’ per i bimbi della onlus. “Mi metto subito al lavoro – spiega Galliano – e i pensieri e le riflessioni fissate nella mente in quarantena si trasformano, in pochissimo tempo, in un testo, che vuole essere prima di tutto, un omaggio e un inno di immensa gratitudine a dottori, infermieri e tutti gli operatori e volontari sanitari, ma anche un messaggio di speranza in un cambiamento dei nostri valori che portino a una maggior rispetto per l’ambiente, la salute collettiva, all’attenzione al lavoro e alla solidarietà in memoria di chi non può più farlo”.

Il passo successivo è stato l’accompagnamento musicale. Galliano si rivolge all’amico musicista Edoardo Arrowood, con cui sono stati realizzati tutti i progetti musicali dell’organizzazione: “Serviva una musica coinvolgente che entrasse subito nella testa e nel cuore di chi ascolta. Arrowood mi propose esattamente ciò che avevo in mente, un canto in cui tutti potessero, per qualche minuto, rivedersi e riscoprirsi”. Il brano è stato registrato nel suo studio.

Questo progetto artistico si annovera agli altri dell’organizzazione Nida come Christmas Friends (cover dei brani natalizi più famosi al mondo) e Nida Colonna Sonora (11 inediti rivolti a temi sociali ), di cui sono stati venduti 15mila cd in tutta Italia. I proventi raccolti hanno consentito di realizzare molti progetti sociali e aiutare tanti bambini in difficoltà.

“Crediamo fortemente – conclude Galliano – che grazie all’arte e al divertimento abbinato al volontariato, si possa essere molto contagiosi, lo dico in senso positivo, e coinvolgere sempre più persone che vogliano rendersi utili
verso chi è meno fortunato”.

Tag: , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top