Ti trovi qui: Home » Altre notizie » In forse gli avvenimenti per il “Marzo delle donne 2020” alla Cascina Roccafranca – Tutte le restrizioni per l’emergenza COVID-19

In forse gli avvenimenti per il “Marzo delle donne 2020” alla Cascina Roccafranca – Tutte le restrizioni per l’emergenza COVID-19

La Cascina Roccafranca dovrà ridurre o sospendere gran parte delle proprie attività per l’emergenza Coronavirus.
Sono totalmente sospese le seguenti attività:
– baby parking e ludoteca (fino al 15 marzo)
– doposcuola (fino al 15 marzo)
– attività di cascina insieme (attività dedicate agli anziani per i quali il decreto raccomanda maggiori cautele)
– tutte le attività che comportano contatti fisici e affollamento (balli, feste)

In merito al “ Marzo delle donne 2020” al momento vale l’indicazione di svolgimento delle due attività del 12 marzo (nell’ambito di LeggerMente presentazione del libro “Tina Anselmi”e del 19 marzo (spettacolo “Le streghe della notte”) a numero contingentato (massimo 40 persone), ma non si sa ancora se la la scrittrice che dovrebbe venire il 12 ,Marcella Filippa, e la compagnia che dovrebbe fare lo spettacolo il 19 , ARS in Corde -Lo Scatolino, confermeranno le date. L’indicazione è di controllare il sito, www.cascinaroccafranca.it, e la pagina facebook per eventuali ulteriori comunicazioni di annullamento.

Annullata quindi la mostra “Lavori in corso…collettivi d’arte” del 6/13 marzo.

Inoltre, al fine di rispettare l’indicazione relativa al mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, non sarà garantita la realizzazione degli EVENTI APERTI AL PUBBLICO.
In caso di svolgimento delle iniziative previste in calendario, tali attività saranno comunque realizzate A NUMERO CHIUSO per un massimo di 40 persone per le attività svolte in galleria e di 25 persone per quelle svolte in salone. In tutte le altre sale della Cascina saranno sospese le iniziative che comportano un numero di persone superiore a 8 (in quanto non consentirebbero una disposizione delle sedie a distanza minima di un metro).
Per quanto riguarda i corsi, vale la regola delle realizzazioni delle attività con un massimo delle 8 persone in tutte le sale, ad eccezione della galleria (massimo 40) e del salone (massimo 25); quindi le attività corsistiche proseguiranno, nel rispetto delle regole, a discrezione dei singoli gestori dei corsi, i quali si occuperanno di comunicare eventuali sospensioni ai loro iscritti.

Verrà data pronta comunicazione di eventuali annullamenti degli eventi sul sito o sulla pagina facebook, che si invita a consultare il giorno prima degli appuntamenti previsti.

Tutte queste disposizioni, come indicato nel decreto, rimarranno in vigore fino al 3 aprile, salvo nuove direttive.

Restano regolarmente aperti la caffetteria e l’osteria Andirivieni.

Tag:

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top