Ti trovi qui: Home » Primo piano » Al Mausoleo letture e incontri con Assemblea Teatro

Al Mausoleo letture e incontri con Assemblea Teatro

Il Mausoleo della Bela Rosin era diventato, alla fine della decade degli anni Novanta, uno spazio dimenticato, un luogo di incurie e vandalismo.

Proprio il teatro e la stessa Assemblea Teatro, dopo aver fatto riscoprire e rivalorizzare negli anni ’93-’97 la dimenticata Fortezza di Fenestrelle la più grande fortificazione europea con una scala di 4000 gradini denominata la “Muraglia d’Europa” si impegnò in prima persona nella battaglia culturale per un recupero del Mausoleo della Bela Rosin. Una battaglia nata e sviluppatasi attorno al successo dello spettacolo “Pazze regine” allestito attorno al fatiscente edificio per risvegliarne l’attenzione. La città vinse così un bando europeo e Gabetti e Isola, due tra gli architetti storici della città, realizzarono il recupero.

Nel 2005 l’inaugurazione del piccolo Pantheon completamente ristrutturato. Ancora una volta accompagnò l’evento proprio lo spettacolo “Pazze Regine” di Assemblea Teatro. In seguito lo spazio è stato dato in gestione alle Biblioteche Civiche che ne hanno fatto una sede decentrata con l’idea di realizzare un “Giardino della lettura”.

Assemblea Teatro, in questa direzione, grazie al Bando della Compagnia di San Paolo “Luoghi della cultura” finalizzato proprio alla valorizzazione del patrimonio e dei beni culturali che necessitano di attenzione, ha sviluppato due progetti pensati su misura per il rilancio del luogo. Il primo denominato “Le rockstar non sono morte” ha dedicato lo spazio al ricordo dei grandi del rock recentemente scomparsi realizzando spettacoli, concerti, conferenze, presentazioni di libri ad hoc con la presenza di musicisti, esperti e giornalisti di settore.

A questo primo progetto ha fatto seguito “Mausoleo a 33 giri”, una mostra centrata sul vinile e la sua grafica che ha sviluppato la linea precedente.

Con la Città di Torino Assemblea Teatro ha anche trasferito nel giardino una manifestazione estiva di cui è ideatrice da molti anni, ovvero “La festa per chi resta”, che da oltre 20 anni offre attenzione teatrale al pubblico che ad agosto non va in vacanza. Quest’anno Assemblea Teatro ha partecipato con successo con questa proposta al bando promosso dalla Città “L’estate intorno” portando così da 4/5 a 15 gli appuntamenti di spettacoli rivolti alla cittadinanza.

La manifestazione appena conclusa ha visto la presenza di oltre 2500 spettatori.

Ancora una volta Assemblea Teatro con le Biblioteche Civiche ha saputo utilizzare il luogo rendendolo attraente e visitato. Proprio la Compagnia di San Paolo per la stagione 2019/2020 ha finanziato un nuovo progetto che prevede il riallestimento dello spettacolo dedicato alla consorte e alle molte altre amanti del Re, un lavoro che vedrà uno spettacolo corale che nella prossima primavera verrà intrecciato col programma Salone del Libro di Torino attraverso l’edizione di un nuovo volume con la pubblicazione del testo e naturalmente confidiamo un ulteriore inserimento del lavoro nella nuova estate cittadina.

Prosegue dunque un itinerario di attenzione al recupero e all’uso costante di questo luogo da considerare sempre a pieno titolo un luogo di cultura e turismo nelle nuove offerte e proposte del territorio e, pertanto, in questo contesto, non potevamo mancare l’appuntamento per i 150 anni delle Biblioteche Civiche attraverso un programma che prevede una mostra fotografica e 5 appuntamenti teatrali e letterari.

Programma

mercoledì 20 novembre, ore 18.30

Inaugurazione dell’esposizione fotografica

‘Il libraio che piantava gli alberi’ di Nicola Roggero

L’esposizione sarà visitabile negli orari di apertura del Mausoleo sino all’1 dicembre in occasione della Giornata Nazionale dell’albero

Libraio per storia personale, Nicola porta anche il suo occhio non solo sul mondo della scrittura ma su quello che lo circonda e lo fissa con la fotografia. Amante della montagna e delle passeggiate è attratto dalle forme e dalla scrittura della natura. In occasione della Giornata Nazionale dell’Albero una collezione di immagini che celebrano le piante come oggetto privilegiato.

a seguire

ore 20.30

Assemblea Teatro presenta L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI da Jean Giono (Gallimard editore) con Gisella Bein e Monica Calvi

regia di Renzo Sicco

Un pastore che con molta fatica e senza tornaconto personale si dedica a piantare querce in una landa desolata. Una storia positiva, apparentemente ingenua, capace di un messaggio profondo: la riconciliazione dell’uomo con la natura.

venerdì 22 novembre, ore 20.30

Assemblea Teatro presenta L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI da Jean Giono (Gallimard editore) con Gisella Bein e Monica Calvi

regia di Renzo Sicco

Jean Giono ci regala una parabola sul rapporto uomo-natura, una storia semplice ma esemplare. che racconta “come gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre la distruzione”.

domenica 24 novembre, ore 15.30

Assemblea Teatro presenta L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI da Jean Giono (Gallimard editore) con Gisella Bein e Monica Calvi

regia di Renzo Sicco

replica per ragazzi e famiglie

Elzèard Bouffier, un pastore solitario e tranquillo, di poche parole, prova piacere a vivere lentamente, con le pecore e il cane. Nonostante la semplicità e la totale solitudine nella quale vive, quest’uomo compie un’impresa capace di cambiare faccia alla sua terra e alla vita delle generazioni future.

venerdì 29 novembre, ore 20.30

lo scrittore ALBERTO SCHIAVONE presenta LA STORIA DI ELSA MORANTE (Einaudi editore) – letture dalle pagine del romanzo di Stefano Cavanna

L’autore torinese cresciuto e formatosi presso la Biblioteca centrale di via della Cittadella torna nella sua città per narrare un libro epocale che attraversa il secolo scorso, “la storia” di Elsa Morante, un romanzo necessario alla sua formazione di autore e di adolescente.

lunedì 16 dicembre, ore 19.00

Roberto Piana e Renzo Sicco dialogano con LUCIANA LITTIZZETTO

sul suo primo successo letterario “Sola come una gambo di sedano” (Mondadori editore) – pagine lette da Cristiana Voglino

Campionessa assoluta di comicità al femminile dopo “Minchia Sabbry” e “Ti amo bastardo” che raccoglievano i testi dei suoi spettacoli dell’epoca, con “Sola come un gambo di sedano” passa alla pagina in forma più matura e avvia un ciclo di libri di grande successo. Ne parla con due amici, Renzo e Bobo, che l’hanno accompagnata in questi anni.

Il programma è realizzato da Assemblea Teatro con il sostegno della Compagnia di San Paolo – Ingresso unico € 5,00 – Ingresso Ridotto iscritti Biblioteche Civiche e residenti nel quartiere € 3,00.

Luisa Cicero – Eliana Bert

Tag:

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top