Ti trovi qui: Home » Primo piano » Belli, comodi, accessibili ed ecologici: ecco i nuovi bus Gtt

Belli, comodi, accessibili ed ecologici: ecco i nuovi bus Gtt

Torinesi e turisti potranno provarli già domani, sabato 3, e poi domenica 4 agosto quando sul percorso piazza Statuto, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Gran Madre, dalle 15.30 alle 21,  sarà operativa una navetta gratuita.

Presentati oggi in piazza San Giovanni alla presenza della sindaca Chiara Appendino, del presidente di Gtt Paolo Golzio e dell’Amministratore Delegato Giovanni Foti, dell’assessore regionale Marco Gabusi e di Maria Lapietra, assessora comunale alla Mobilità, i 74 nuovi bus verranno impiegati sulle cosiddette ‘linee di forza’, molto utilizzate dai clienti.

I 34 autosnodati, della lunghezza di 18 metri, e i più piccoli 12 metri copriranno il percorso delle linee: 18, che collega le piazze Sofia e Caio Mario; 68, da zona San Paolo a Sassi; 56, da Grugliasco fino a Largo Tabacchi, ai piedi della collina e 35, da Porta Nuova a Nichelino.

Questi veicoli sostituiranno nel parco GTT gli autobus a motorizzazione Euro 2 e consentiranno un risparmio di carburante del 21,6%, la riduzione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) del 98%, del particolato dell’88% e del biossido di carbonio (C02) del 22%.

I nuovi bus permetteranno inoltre una migliore accessibilità alle persone con disabilità motoria potendo ospitare due carrozzine, rispetto alle attuali vetture da 18 metri dotate di una sola postazione.

Leggi anche: Lapietra:  “Una nuova idea di trasporto pubblico basata sulll’intermodalità”

Ai veicoli si accederà dalla porta anteriore (sugli autosnodati anche da quella in fondo), mentre per scendere occorrerà utilizzare le porte centrali. Questo consentirà di utilizzarli anche con i tornelli che GTT continuerà a installare con un cronoprogramma che ora prevede vengano completate le linee gestite coi mezzi elettrici, per proseguire con la Torino Chieri (linea 30) e quelle dove verranno utilizzate le nuove vetture.

L’investimento complessivo, che prevede anche la manutenzione ‘full service’ dei mezzi’  è stato di 31 milioni di euro.

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top