Ti trovi qui: Home » Altre notizie » Dieci tablet alla Polizia municipale per rilevare i sinistri stradali

Dieci tablet alla Polizia municipale per rilevare i sinistri stradali

Confartigianato Torino metterà a disposizione della Polizia municipale del capoluogo piemontese dieci tablet in comodato gratuito: apparecchi che saranno assegnati ai comandi territoriali per essere utilizzati dalle pattuglie impegnate nella raccolta e nella trasmissione di dati relativi a incidenti stradali.

Da sinistra: Finardi, Bezzon, De Santis

Una collaborazione che permetterà di assicurare maggiore efficacia al progetto di informatizzazione delle procedure di rilevazione dei sinistri stradali avviato alcuni mesi fa, grazie al quale gli agenti di Polizia municipale possono redigere il rapporto direttamente sul luogo dell’incidente, corredato delle necessarie fotografie e raccogliendo su supporto informatico anche le dichiarazioni delle parte coinvolte.

L’assessore alla Sicurezza, Roberto Finardi, ringrazia il presidente di Confartigianato Dino De Santis per aver messo a disposizione i dieci tablet, che saranno “utili per compiere un ulteriore passo verso l’informatizzazione degli atti e delle procedure che la Polizia municipale svolge su strada giornalmente. Dato l’elevato numero di sinistri, i nuovi device tecnologici apporteranno ingenti risparmi sulle attuali tempistiche legate al cartaceo e tiene a precisare che la digitalizzazione delle pratiche è necessaria e andrà a vantaggio non solo dei cittadini ma anche delle compagnie assicuratrici, i quali riscontreranno una netta velocizzazione del sistema”.

L‘informatizzazione del processo consentirà di rendere disponibile nel giro di pochi giorni il rapporto sull’incidente, contro le due settimane attualmente necessarie. Non solo: anche il tradizionale rilascio dei documenti in forma cartacea viene sostituito dall’attivazione di uno sportello virtuale, al quale giungono le richieste dei soggetti coinvolti, degli studi legali o delle compagnie assicuratrici, che ottengono a stretto giro una mail di risposta a quanto richiesto.

“Raccogliere dati, fare foto e video del sinistro, interrogare in tempo reale le banche dati; concentrare nello spazio e nel tempo le cose da fare permetterà di non perdere tempo e svolgere i rilievi in sicurezza e incolumità degli operatori”, ricorda Emiliano Bezzon, comandante del Corpo torinese.

Dino De Santis, Presidente di Confartigianato, tiene a spiegare il motivo che lo ha spinto a investire in questo progetto: “Quello della Polizia municipale è un servizio in cui credo molto, un ente che qui a Torino funziona e con la quale Confartigianato vuole collaborare. Numerosi i valori che abbiamo in comune: primo tra tutti, il bene dei cittadini” e aggiunge “Le nostre imprese artigianali sono fatte prima di tutto di persone, cittadini che vivono a pieno il territorio e ai quali vogliamo garantire sicurezza”.

Ogni anno la Polizia municipale di Torino rileva e gestisce circa seimila incidenti stradali. L’informatizzazione del processo, alla cui realizzazione contribuisce la collaborazione tra Confartigianato e Polizia municipale, assicura una migliore qualità al servizio reso ai cittadini, garantendo oltre alla completezza dei rilievi e alla velocità e qualità dei rapporti, benefici sia agli utenti e sia alle autorità competenti nella soluzione dei contenziosi. I dieci tablet si aggiungeranno ai quattro già in dotazione alla squadra Infortunistica Radio Mobile e permetteranno di coprire tutta l’attività di rilevazione dei sinistri.

 

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top