Ti trovi qui: Home » Sport » Torino corre verso gli EMG 2019

Torino corre verso gli EMG 2019

“L’arte nello sport, lo sport nell’arte”, questo lo slogan della quarta edizione degli European Masters Games di Torino, che promettono di coniugare sport e cultura, storia, natura.

A fare da sfondo alle 32 discipline sportive, per la seconda volta nel capoluogo piemontese dopo il successo dei World Master del 2013, saranno i suggestivi ambienti della città e della sua provincia. Le gare, infatti, si svolgeranno all’interno di siti noti e famosi per la loro storia e la loro bellezza, come la Reggia di Venaria, Piazzetta Reale a Torino, Superga e il Forte di Fenestrelle.
L’evento, realizzato in collaborazione con Regione Piemonte, Città Metropolitana, Città di Torino, Camera di Commercio, MIBAC – Ministero per i beni e le attività culturali, Turismo Torino e Provincia e International Masters Games, é in programma dal 26 luglio al 4 agosto, dieci giorni di quella che più che una gara è considerata una vera e propria festa.
“Non è solo una competizione sportiva, ma una manifestazione che coinvolge il cuore. Un’occasione utile per la promozione dello sport e dell’attività fisica, molto importante per mantenersi in buona salute a qualunque età”, sottolinea Maria Grazia Navacchia, che con 66 anni e 189 maratone alle spalle, di sport che mantiene giovani ne é la prova vivente, e ricorda che “è anche un modo per divertirsi e stare insieme, nel ruolo di partecipanti così come in quello di spettatori, per questo – è il suo invito – vi aspetto numerosi”.
Le gare sono aperte a tutti, senza limiti imposti dalle federazioni e senza paletti d’età.  L’atleta meno giovane ha già compiuto 93 anni .
Oltre 5mila il numero degli iscritti al momento che si prevede aumenterà nei prossimi giorni, da qui la scelta di prolungare le iscrizioni fino alla fine di giugno. L’obiettivo è battere il record di quattro anni fa e toccare quota 7mila atleti. Numeri impensabili se si guarda alle prime edizioni che ottennero l’adesione di poco più di 2mila sportivi, come ci tiene a far notare Fabrizio Benintendi, presidente del comitato organizzatore. Trentamila è invece la stima di persone che Torino è pronta ad accogliere complessivamente (tra atleti, accompagnatori, amici e familiari).

Nei giorni delle competizioni, sulla facciata della Mole Antonelliana, compariranno il logo dell’iniziativa e la scritta “Gli European Masters Games illumineranno Torino!” e a non passare inosservata sarà inoltre  la mascotte”Tor”, un toro alto tre metri, simbolo di forza, potenza e competizione, che verrà installato davanti alla stazione di Porta Nuova, come a dare il benvenuto agli ospiti e aprire le porte della città.

La sindaca Chiara Appendino, che sarà ai giochi tra i partecipanti (anche se non ha ancora scelto la disciplina in cui cimentarsi), ha ringraziato tutti coloro che sono impegnati nell’organizzazione della manifestazione e i numerosi volontari coinvolti e si è detta certa che “a tutti coloro che prenderanno parte ai giochi e, naturalmente, alle persone che li accompagneranno, Torino saprà offrire, oltre a un’occasione per cimentarsi in una sfida sportiva, la possibilità di trascorrere un piacevole soggiorno in una delle città  europee più ricche d’arte e di storia”.

Per iscriversi o ottenere maggiori informazioni basterà consultare il sito www.torino2019emg.org

Carlotta Pesando

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top