Ti trovi qui: Home » Sicurezza » Sicurezza stradale, approvate le linee di indirizzo del Piano operativo 2019-2021

Sicurezza stradale, approvate le linee di indirizzo del Piano operativo 2019-2021

L’obiettivo è di ridurre del 5 per cento il numero dei sinistri sulle strade cittadine entro il 2021, per arrivare ad annullare le vittime degli incidenti stradali nel 2050. Con l’approvazione delle linee programmatiche per la redazione del ‘piano operativo di sicurezza stradale’  la Giunta Comunale indica le strategie di intervento per il prossimo triennio.

L’innovazione e la conseguente evoluzione tecnologica, in particolare nel campo dell’automazione e della connettività dei veicoli, consentiranno in futuro di migliorare la sicurezza stradale, ma altrettanta importanza rivestono l’applicazione della normativa, lo sviluppo e la manutenzione delle infrastrutture insieme alle campagne educative e di sensibilizzazione.

“Il piano di governance cittadino punta a una ‘vision zero’ e richiede un approccio globale, multidisciplinare, integrato con azioni nei diversi comparti:  infrastrutturale, innovazione, comunicazione, ma soprattutto su quello educativo e sanitario”,  spiegano gli assessori Lapietra e Finardi, proponenti la delibera con la sindaca Appendino

A livello infrastrutturale sono previsti interventi di moderazione del traffico che, anche attraverso la creazione di  zone  30, consentano la riqualificazione dello spazio pubblico e una ridefinizione della rete viabile per favorire la ciclabilità e la pedonabilità eliminando, fin dalla progettazione, i rischi  dagli attraversamenti, luoghi nei quali avvengono la maggior parte dei sinistri mortali.

La delibera approvata questa mattina dalla Giunta comunale sottolinea  altresì l’importanza delle azioni sul comportamento che, attraverso corsi di educazione stradale nelle scuole, di guida responsabile e campagne di comunicazione e incontri con i giovani anche nei locali del divertimento , possono offrire un’adeguata informazione per aiutare a evitare distrazioni,  riconoscere i pericoli e prevenire i rischi.

Il piano mira inoltre a coinvolgere ACI Torino, ANCI, UNASCA, ANIA, le Forze dell’Ordine, l’ASL Città di Torino, la Motorizzazione Civile, il Politecnico e l’Università di Torino insieme alle associazioni che si occupano di sicurezza stradale e di assistenza alle vittime della strada, presenti sul territorio.

Intanto, nel 2019, è previsto l’avvio di una campagna con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze dei comportamenti scorretti attraverso la diffusione del dato degli incidenti stradali che, in Italia, nel 2017 hanno portato a un incremento delle vittime rispetto all’anno precedente.

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top