Ti trovi qui: Home » Cultura » 16 e 17 ottobre: a Torino il primo Forum Internazionale sull’Accessibiltà Culturale

16 e 17 ottobre: a Torino il primo Forum Internazionale sull’Accessibiltà Culturale

Università degli studi di Torino, campus Luigi Einaudi sede delle facoltà di Scienze politiche e Giurisprudenza.

di Luisa Cicero e Eliana Bert

Il design incontra l’accessibilità in due giornate aperte al pubblico con esperti da diverse città del mondo e tavoli di lavoro per proporre soluzioni su come rendere la cultura un bene comune fruibile da tutti

il 16 e il 17 ottobre 2018 l’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università degli Studi di Torino ospiterà il primo “Forum Internazionale sull’Accessibilità Culturale”, organizzato all’interno del progetto “Torino. Verso una città accessibile” nell’ambito di “Torino Design of the City”.

Due giornate aperte al pubblico con ingresso libero dove esperti a livello nazionale e internazionale discuteranno su cosa significhi per una città pensare e produrre cultura in modo accessibile, mettendo in campo azioni per favorire la partecipazione, l’inclusione e l’accoglienza del pubblico e tracciando un percorso da attuare per rendere la cultura un bene comune fruibile da tutti.

porta susa

Il primo giorno vedrà la partecipazione di rappresentanti di diverse città del mondo che racconteranno alcune buone pratiche sviluppate a livello locale: dalle politiche di accessibilità universale di Montreal, allo sviluppo strategico delle biblioteche di Copenaghen, passando per le strategie di accessibilità e i servizi per bambini, giovani e famiglie di Graz. Seguirà un intervento della città di Fabriano, dove nel 2019 si terrà il Meeting delle Città Creative UNESCO per la Creatività rivolta alle Città Sostenibili.

Nel pomeriggio si potranno invece ascoltare le esperienze di altre Città Creative UNESCO italiane: Alba come città accessibile per quanto riguarda iniziative legate al cibo, Bologna con la libertà d’accesso e le nuove forme di relazione attraverso il patrimonio culturale, Carrara con i suoi studi aperti al pubblico, Milano come città letteraria accessibile e creativa per tutti, le strategie di Pesaro per una nuova città con la bicipolitana e infine Roma, con riferimento all’accessibilità culturale ai media e all’audiovisivo. Si chiuderà con una riflessione sulle politiche realizzate e in via di definizione dall’Unione Europea e sul percorso svolto fino a questo momento da Torino come città accessibile.

Il secondo giorno sarà aperto dalla discussione di esperti internazionali dal mondo accademico e del design sul senso dell’accessibilità come condizione necessaria per lo sviluppo di ogni progetto culturale. La sessione pomeridiana sarà dedicata ai tavoli di discussione, esperienze e confronto tra amministratori e operatori cittadini, che presenteranno i documenti prodotti per contribuire a tracciare future linee guida condivise sulle possibilità offerte dal design nel riprogettare Torino in funzione dell’accessibilità culturale.

Ci sarà inoltre spazio per presentare il “Forum Off”, che prevede un calendario con iniziative su alcune tematiche tra cui ad esempio la creatività nei processi di inclusione e coesione sociale per la realizzazione di eventi, esperienze di tecnologia legata alla comunicazione museale fruibile da tutti, la sfida dell’accessibilità della cultura e del territorio per la promozione turistica, una mappatura della città con percorsi adatti a persone con difficoltà motorie, un dialogo tra prospettive innovative per l’health design e strumenti e strategie per favorire l’apprendimento e la lettura per i più piccoli.

Il “Forum Internazionale sull’Accessibilità Culturale” rientra infatti all’interno del progetto “Torino. Verso una città accessibile”, in programma nel mese di ottobre, che dal 12 al 21 ottobre 2018 propone in diverse sedi della città la seconda edizione di “Torino Design of the City”, con circa 60 appuntamenti organizzati da enti e istituzioni culturali pubbliche e private, musei, teatri e biblioteche, dedicati al tema dell’accessibilità riferita a strutture, servizi e attività culturali e focalizzati sull’opportunità di aprirsi a pubblici nuovi e di lavorare sul loro rapporto con il patrimonio culturale tangibile e intangibile.

La Città di Torino ha da sempre mostrato una forte sensibilità nei confronti del tema dell’accessibilità culturale, come testimoniano i progetti realizzati nel corso degli anni per favorire la partecipazione di pubblici con esigenze e bisogni differenti, e in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale ha scelto di continuare a lavorare nella stessa direzione.

Il “Forum Internazionale sull’Accessibilità Culturale” rappresenta quindi un’importante conferma della grande capacità da parte della Città di Torino di riconoscere il design come elemento chiave per la crescita economica e sociale e fattore strategico per lo sviluppo di nuove politiche urbane, dopo essere stata nominata World Design Capital dal Word Design Organization (WDO) nel 2008 e Città Creativa UNESCO per il Design dal 2014 come unica in Italia in una rete di 26 città di tutto il mondo.

“Torino. Verso una città accessibile” è un progetto della Città di Torino nell’ambito dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale con il sostegno di Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino, Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino realizzato con Turismo Torino e Provincia, in collaborazione con il Tavolo Consultivo del Design.

FORUM INTERNAZIONALE SULL’ACCESSIBILITÀ CULTURALE

16-17 ottobre 2018, dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 14 alle ore 18

Aula Magna della Cavallerizza Reale, Università degli Studi di Torino – Via Verdi 9, Torino

L’evento è aperto al pubblico con ingresso libero fino a esaurimento posti

Per partecipare ai tavoli di discussione è necessaria la prenotazione a rsvp@glebb-metzger.it

Per maggiori informazioni e per il programma completo:
www.comune.torino.it/cultura-accessibile/
www.torinodesigncity.it

 

PROGRAMMA

 

16 ottobre – sessione mattutina

9:00 –12:00

Aula Magna – Cavallerizza Reale – ingresso libero

 

Saluti e introduzione dei lavori

Chiara Appendino, Sindaca della Città di Torino

Francesca Paola Leon, Assessora alla Cultura della Città di Torino

Gianmaria Ajani, Rettore Università di Torino

Design for All: una risposta progettuale alle sfide per il Patrimonio Culturale

Pete Kercher, Ambasciatore di EIDD – Design for All Europe

 

ESPERIENZE DAL MONDO

Politiche di accessibilità universale della Città di Montreal

Pierre-Étienne Gendron, Consulente pianificazione città di Montréal

Montréal, Québec, Canada

Sviluppo strategico delle biblioteche di Copenaghen

Christoffer Faurskov Nielsen, Consulente per lo sviluppo – The Department for Library Coorporation

Copenaghen, Danimarca

Strategie di accessibilità – servizi per le famiglie, i giovani e i bambini nella città di Graz

Markus Schabler, Dipartimento per l’infanzia aperta e l’animazione giovanile

Graz, Austria

 

LA CITTÀ IDEALE: VERSO L’ANNUAL MEETING 2019 A FABRIANO

Francesca Merloni, Goodwill Ambassador per le Città Creative

Vittorio Salmoni, Focal point Fabriano Città Creativa Unesco

Fabriano, Città Creativa Unesco per l’Artigianato e Arte Popolare, ospiterà nel 2019 il Meeting delle Città Creative Unesco, con più di 400 delegati da tutto il mondo che per tre giorni si confronteranno sui temi che il network sostiene, sviluppa e condivide: Creatività rivolta alle Città Sostenibili.

 

16 ottobre – sessione pomeridiana

 

14:00 –18:00 – Aula Magna Cavallerizza Reale – ingresso libero

ESPERIENZE DALLE CITTÀ CREATIVE UNESCO ITALIANE

La Rete delle Città Creative dell’Unesco, creata nel 2004, promuove la cooperazione tra le città che identificano la creatività come elemento strategico per lo sviluppo urbano sostenibile. È divisa in sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali

  • Alba accessibile

Alberto Gatto, Assessore ai Lavori Pubblici

Fabio Tripaldi, Assessore a Cultura e Turismo, con delega per Città Creative

Alba, Città Creativa Unesco per la Gastronomia

 

  • Libertà d’accesso. Nuove forme di relazione attraverso il patrimonio culturale

Amir Djalali, Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna

Bologna, Città Creativa Unesco per la Musica

 

  • Carrara studi aperti

Federica Forti, Assessore alla Cultura e al Turismo

Carrara, Città Creativa Unesco per l’Artigianato e Arte Popolare

 

  • Accessibile e creativa: Milano città letteraria per tutti

Paola Manara, Area Biblioteche del Comune di Milano

Milano, Città Creativa Unesco per la Letteratura

 

  • La Bicipolitana di Pesaro – strategie per una nuova città

Daniela D’Angeli, Servizio Nuove Opere e Viabilità del Comune di Pesaro

Pesaro, Città Creativa Unesco per la Musica

 

  • L’accessibilità culturale con particolare riferimento ai media e all’audiovisivo: esperienze e prospettive future

Federico Spoletti, Co-fondatore di SUB-TI, SUB-TI ACCESS, FRED Film Radio

Roma, Città Creativa Unesco per il Film

 

  • Le politiche sull’accessibilità culturale realizzate e in via di definizione dall’Unione Europea Erminia Sciacchitano, Commissione Europea, Direzione Generale Educazione e Cultura

 

  • Torino verso una città accessibile: a che punto siamo

Francesca Paola Leon, Assessora alla Cultura

 

Mercoledì 17 ottobre

17 ottobre – sessione mattutina

9:00 –13:00 – Aula Magna Cavallerizza Reale – ingresso libero

Il senso del patrimonio culturale: una questione di accessibilità

Luca Dal Pozzolo, architetto, co-fondatore della Fondazione Fitzcarraldo e direttore dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, presenta la prima stesura del documento redatto da Marco Aime, Luca Dal Pozzolo, Claudio Germak, Antonio Lampis, Fabio Levi, Pier Luigi Sacco

 

CONTRIBUTI ALLA DISCUSSIONE

Fare spazio alle culture. Tra rappresentazione, coinvolgimento e stereotipie

Marco Aime, antropologo, docente di antropologia culturale presso l’Università di Genova

Maria Elena Buslacchi, dottore di ricerca in Antropologia culturale, Università di Genova ed EHESS Parigi/Marsiglia

Accessibilità economica al sistema dei beni culturali

Pier Luigi Sacco, professore ordinario di Economia della Cultura presso l’Università IULM Milano

Design per l’accessibilità

Claudio Germak, architetto e designer, professore ordinario di Design presso il Politecnico di Torino

“Essere digitali”: tra accesso, partecipazione e identità

Simone Arcagni, professore all’Università di Palermo, giornalista ed esperto di nuovi media e nuove tecnologie

 

17 ottobre – sessione pomeridiana

TAVOLI DI DISCUSSIONE – Palazzo del Rettorato, via Verdi 8, Torino

14:00 –16:00

Musei e Beni Culturali assimilabili

– Biblioteche e Archivi

– Spettacoli ed eventi

 

La partecipazione ai tavoli di discussione è a numero limitato e soggetta a prenotazione.

Specificare nella mail di adesione la qualifica professionale:

rsvp@glebb-metzger.it  telefono +39 0115618236

Tag: ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top