Ti trovi qui: Home » Economia » Il Piemonte dialoga con l’Albania

Il Piemonte dialoga con l’Albania

di  Michele Chicco

 L’Ambasciatore d’Albania Neritan Ceka (a sinistra) con il Presidente della Camera di commercio di Tirana a Torino, Giovanni Lauria

L’Ambasciatore d’Albania Neritan Ceka (a sinistra) con il Presidente della Camera di commercio di Tirana a Torino, Giovanni Lauria

Questa mattina a Torino l’Ambasciatore d’Albania in Italia Neritan Ceka, accompagnato dal Presidente del Centro di cultura albanese Benko Gjata e dal vertice della Camera di commercio di Tirana a Torino, Giovanni Lauria, ha incontrato il Presidente di Unioncamere Piemonte Ferruccio Dardanello.Temi dell’incontro gli investimenti commerciali delle imprese piemontesi a Tirana, l’internazionalizzazione, la cooperazione bilaterale, la collaborazione istituzionale con l’obiettivo di promuovere i prodotti del made in Piemonte in Albania e la promozione turistica. Sono state analizzate le possibilità di iniziative coordinate per far conoscere alle imprese piemontesi le opportunità normative e fiscali e le offerte agli insediamenti aziendali in terra d’Albania, oltre che per rafforzare le occasioni di soggiorno e di scambio commerciale.

Per una fortunata coincidenza, ha sottolineato l’Ambasciatore Neritan Ceka, l’Albania ha assunto dalla metà di quest’anno l’iniziativa nel distretto ionico-adriatico, e questo può  facilitare progetti di cooperazione in più ambiti, dalla trasformazione  agroalimentare in senso industriale e artigianale, dove i margini di  investimento in Albania sono ancora molto elevati, allo sfruttamento delle  fonti energetiche rinnovabili per fare fronte alla crisi ucraina, fino al  recupero e alla valorizzazione in chiave turistica delle nostre risorse  paesaggistiche e storico-artistiche, alla cui rivalutazione ho avuto l’onore di contribuire nell’ambito della mia professione di archeologo. Ulteriori prospettive di cooperazione si possono realizzare anche nell’ambito finanziario e bancario, dove la presenza italiana in Albania può ancora crescere molto”.
Nello scorso luglio il Sindaco di Torino aveva ricevuto l’Ambasciatore a Palazzo Civico. In quell’occasione Piero Fassino aveva sottolineato  come “i legami di Torino con l’Albania abbiano radici lontane e siano stati in questi anni rafforzati e estesi da una vasta comunità albanese residente stabilmente a Torino e in Piemonte, a cui si associano intensi rapporti culturali ed economici, che verranno ulteriormente intensificati in vista di Expo 2015 e dell’ampio programma di iniziative promosse dalla Città di Torino”. Inoltre aveva evidenziato l’importanza di avviare programmi di sviluppo sempre più  integrati fra Italia e Albania soprattutto nei campi economici, culturali e turistici.

L’Albania rappresenta storicamente un territorio di riferimento per la nostra regione. Nel 2013 le imprese piemontesi hanno esportato, infatti, in questo Paese merci per oltre 32 milioni di euro, in particolar modo prodotti tessili, alimentari e della metalmeccanica. Nello stesso periodo il Piemonte ha acquistato dall’Albania merci per circa 23 milioni di euro, principalmente prodotti delle filiere tessile e metalli. L’importanza delle relazioni esistenti fra Piemonte e Albania è testimoniata anche dalla presenza nella nostra regione di quasi 5mila imprenditori albanesi, terza nazionalità dopo quella rumena e marocchina.

 

Tag: , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top