Ti trovi qui: Home » In Comune » Un giardino dedicato a Luigi Chignoli

Un giardino dedicato a Luigi Chignoli

di Marco Aceto
E’ stato dedicato a Luigi Chignoli lo spazio verde davanti alla scuola media “Maritano – Perotti” tra le vie Marsigli e Vasile Alecsandri, nella Circoscrizione 3. Nel corso di una cerimonia avvenuta questa mattina, alla quale hanno partecipato Gioacchino Cuntrò, vice presidente del Consiglio Comunale, Simone Paiano, preside della scuola, e i nipoti di Luigi Chignoli, Fabrizio e Graziella, oltre ad alcune classi della struttura scolastica, è stata ricordata la biografia dell’illustra sindacalista ed esponente politico.

Giardino Chignoli
Nato a Piacenza nel 1886,  aderì all’età di sedici anni al Partito Socialista. Uomo umile e semplice, ha dedicato la maggior parte della vita al servizio degli altri e in particolare al mondo dei lavoratori.

Durante gli anni della guerra si è battuto assieme ai suoi compagni per far cessare il rincaro del pane. E’ stato membro della Commissione Esecutiva alla Camera del Lavoro di Piacenza e tra i primi responsabili sindacali dei dipendenti dell’Arsenale di cui faceva parte. Nel 1917 è stato eletto nella Commissione Esecutiva della Camera del Lavoro di Torino e dal 1918 al 1921 ne ha ricoperto la carica di Segretario. Per la sua attività antifascista è stato vittima, durante il regime, di una grave persecuzione politica. Nell’aprile del 1944 venne arrestato con il generale Perotti e gli altri membri del Comando Militare Regionale Piemontese, tra cui Cornelio Brosio, Valdo Fusi e Silvio Geuna.

Giardino Chignoli_1
Per le sue grandi capacità politiche, nell’immediato dopoguerra, il Partito Socialista Italiano gli conferì prima il ruolo di Segretario e poi quello di membro della direzione. Con la nostra città ha avuto un legame fortissimo. E’ stato consigliere comunale dal 1946 fino al 1964. Nel 1949 è stato nominato all’unanimità assessore anziano con deleghe ai Lavori Pubblici, Polizia Municipale e Suolo Pubblico. Il 5 aprile 1974 la Città di Torino gli ha conferito la cittadinanza onoraria e l’iscrizione sull’Albo d’Oro, in occasione del XXX Anniversario del “Processo di Torino”, in ricordo dell’eroico operato di coloro che agli ordini del I Comitato Militare di Liberazione hanno fatto sacrificio della propria vita.

Tag: , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top