Ti trovi qui: Home » Relazioni internazionali » Incontro con il console italiano a Osaka

Incontro con il console italiano a Osaka

Irrobustire i rapporti con le municipalità di Kyoto, Osaka e Nagoya, rafforzare le collaborazioni tra le istituzioni pubbliche torinesi, in particolare quelle legate alla formazione – rappresentate da Università e Politecnico –, sviluppare ulteriormente le relazioni tra le organizzazioni imprenditoriali, quelle commerciali e artigianali, stringere reciproci legami tra le fondazioni culturali. E incrementare le iniziative nel campo della promozione turistica ed enogastronomica, anche alla luce della valorizzazione del distretto Langhe Roero, patrimonio universale dell’Unesco. Sono questi i temi principali toccati nel corso dell’incontro, avvenuto a Palazzo Civico nel pomeriggio, tra la sindaca Chiara Appendino, l’assessore comunale al commercio e al turismo Alberto Sacco e il consigliere diplomatico Marco Lombardi, console generale d’Italia a Osaka, città di due milioni 700 mila abitanti situata nella regione del Kansai. Il capoluogo subalpino è peraltro legato a Nagoya (città di forte tradizione industriale e automobilistica) da un patto di gemellaggio sottoscritto nel maggio di dodici anni fa, durante l’Expo Universale Aichi 2005. Recenti sono state le missioni del Politecnico di Torino in Giappone dove sono state imbastite relazioni con il Kyoto Institute of Technology e dell’ateneo Doshisa con l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo.
Lombardi, già primo segretario presso l’Ambasciata d’Italia a Tokyo dove si è occupato di rapporti di natura economica e commerciale – contribuendo al raggiungimento di accordi tra Italia e Giappone che hanno aperto il mercato locale a diverse produzioni italiane -, è a capo del consolato di Osaka dal febbraio 2013. Dal canto suo, la sindaca Chiara Appendino ha manifestato al diplomatico il vivo interesse della Città di Torino a consolidare la promozione reciproca dei maggiori eventi internazionali, quelli nel campo delle arti (sono attivi scambi con il Museo di Arte Orientale) e a incentivare gli scambi per favorire il sistema delle imprese (in particolare l’automotive e il design).

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top