Ti trovi qui: Home » Società » Sportello GioVe al servizio del volontariato giovanile

Sportello GioVe al servizio del volontariato giovanile

di Mauro Marras

Sono 1240, sulle 1500 presenti in tutta la Città Metropolitana, le associazioni accreditate al Centro servizi per il volontariato VolTo, 156 ne sono socie; nove sportelli attivi sul territorio, cui si sono rivolti 3mila utenti singoli in cerca di opportunità e di esperienze nuove. Da quest’anno, inoltre, è disponibile un nuovo sportello: GioVE, Giovani Volontari Europa, ospitato nella sede del Centro e aperto a tutte le associazioni in cerca di finanziamenti europei su progetti dedicati ai giovani e punto informativo di Eurodesk, la rete del programma comunitario Erasmus+ dedicato all’informazione, alla formazione e all’orientamento sui programmi in favore dei giovani promossi dalle istituzioni europee. Sono queste le novità presentate oggi in via Giolitti 21, nella sede di VolTo, in occasione della pubblicazione dei dati del Bilancio di Missione 2015, cui ha partecipato l’assessore alle Politiche giovanili e alle Pari Opportunità Marco Giusta.

L’obiettivo di GioVE è concentrare tutte le opportunità per i giovani in un unico servizio: dall’ordine sparso alla sistematicità, a vantaggio dell’accessibilità da parte degli utenti. Lo sportello fornisce un orientamento ai giovani e alle associazioni in materia di scelta dell’attività, servizio civile nazionale, progettazione sociale, progetti europei e attività nelle scuole; 1363 persone si sono già avvalse dei suoi servizi, insieme a 210 associazioni. Lo sportello è aperto su appuntamento tre mattine la settimana. E la disponibilità di un contatto con la rete Eurodesk  permette di offrire un’opportunità di informazione, formazione, cittadinanza, tirocini e mobilità a tutti coloro che fossero interessati a un’esperienza all’estero, non per favorire la fuga dall’Italia ma per ampliare i contatti tra persone e associazioni in Europa e, dopo il periodo di formazione, “dare motivi per tornare e restare”. Come ha tenuto a sottolineare Ramon Magi, presidente della rete Eurodesk, citando il Dalai Lama: “Dona a chi ha ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere”. Lo sportello Eurodesk di Torino è il terzo in Regione Piemonte, ma è il primo in un capoluogo, nonostante siano ormai più di cento i punti della rete presenti i tutto il Paese.

L’assessore Marco Giusta ha auspicato un forte legame tra il Centro servizi e le esperienze di volontariato favorite dalla Città con i progetti Giovani Per Torino e Senior Civici, dando corso a percorsi condivisi, e ha sottolineato la necessità di dare dignità alle esperienze di volontariato anche nella fase di ricerca di un lavoro: “Valorizzare il volontariato non vuol dire soltanto porre in luce il mettersi a disposizione degli altri, ma anche evidenziare le abilità acquisite nei confronti del mondo del lavoro”. E ha sottolineato la necessità di ridefinire il concetto di cittadinanza europea, definendo il ruolo dei giovani volontari all’estero come “ambasciatori” della città, snodi di una rete di contatti che accresce la capacità di Torino di allacciare legami con altre esperienze continentali.

Lo sportello GioVE è aperto su appuntamento il martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 13 scrivendo a europa@volontariato.torino.it; per attività di orientamento al volontariato, sempre  su appuntamento, scrivendo a orientamento@volontariato.torino.it. Per informazioni sul Servizio civile nazionale scrivere a serviziocivile@volontariato.torino.it.

Informazioni: www.volontariato.torino.it; 800.590000; centroservizi@volontariato.torino.it

 

Tag: , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top