Ti trovi qui: Home » Territorio » Centro municipale di protezione civile aperto questa notte

Centro municipale di protezione civile aperto questa notte

di Gianni Ferrero

Il Centro Operativo Comunale di via delle Magnolie 5, ininterrottamente attivo dalla mattinata di ieri, continuerà a svolgere le funzioni di monitoraggio sugli effetti del maltempo anche questa notte, pur in previsione di un progressivo allentamento dell’emergenza.

L’onda di piena dei corsi d’acqua che attraversano l’area urbana è tenuta sotto stretta osservazione, in preallarme “codice arancione” e si presume che questo stato rimarrà tale fino alla tarda mattinata di domani. In particolare sono tenuti d’occhio i tratti di Po e Dora e vigilati gli argini e i ponti, anche se tutti sono transitabili al momento, ad eccezione a Borgo Dora della passerella mobile Carpanini, che in serata potrebbe essere riabbassata e del ponte di piazza Vittorio Veneto che, al termine dell’intervento dei mezzi pesanti, sarà di nuovo accessibile.

La viabilità è costantemente monitorata dalle pattuglie della Polizia Municipale. Resta chiuso l’accesso ai Murazzi, dove il fiume era esondato ieri pomeriggio e vietato il passaggio dei pedoni anche nei pressi delle sponde al Borgo medioevale.

I componenti della struttura comunale della Protezione Civile, coadiuvati da diversi volontari, hanno prestato assistenza a nuclei familiari in diverse zone della città a rischio esondazione e sono stati impegnati in perlustrazioni del tratto collinare e nei luoghi più critici a ridosso dei fiumi, per la tutta la giornata. Nei pressi del Parco del Meisino, e nella stessa strada del Meisino sono intervenuti a supporto dei residenti. I volontari, operando con le pale nel fango, sono intervenuti per agevolare il trasferimento all’asciutto di circa 25 cavalli del Circolo Ippico in stalle vicine. Intervento precauzionale pure nei pressi del Cimitero Sassi, in via Nietzsche, dove è ben presto rientrato l’allarme acqua che aveva impedito a un piccolo gruppo di abitanti di rientrare nelle proprie case.

Protezione Civile, insieme ai tecnici comunali, ad agenti della Polizia Municipale e a volontari dell’Associazione nazionale Carabinieri stanno fornendo assistenza nell’area del Fioccardo, a una trentina di persone, in difficoltà per il Po esondato in quel tratto. Un’intera palazzina di corso Moncalieri, con 14 famiglie, ha dovuto lasciare lo stabile e questa notte troverà sistemazione da parenti o amici. La Polizia Municipale veglierà per prevenire intrusioni.

Il Comune di Torino accogliendo una richiesta della municipalità vicina presterà supporto, fin da subito, anche ad alcuni residenti nel territorio di Moncalieri, in difficoltà in queste ore, a causa degli effetti dell’ondata di maltempo.

Nella notte appena trascorsa, per l’ingrossamento delle acque del fiume Dora, gli equipaggi della Protezione Civile erano pronti a intervenire a supportare il trasferimento dei pazienti ospiti di alcuni padiglioni dell’Amedeo di Savoia. Ma il cessato allarme rientrato ben presto ha portato tranquillità tra i 42 pazienti e il personale sanitario.

La situazione maltempo è costantemente monitorata e si invitano i cittadini, in caso di necessità, a contattare la Centrale della Polizia Municipale allo 011.0111 o il numero verde della Protezione Civile 800/444004 attivo 24 ore su 24.

Proseguono intanto gli aggiornamenti in tempo reale sui canali di comunicazione della Città (www.comune.torino.it) sulla situazione meteo e sulle eventuali modifiche alla viabilità e ai trasporti.

Tag:

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top