Ti trovi qui: Home » In Comune » Efficientamento energetico alla Meucci: un modello per le altre scuole

Efficientamento energetico alla Meucci: un modello per le altre scuole

di Mariella Continisio

Un vero restyling della succursale dell’istituto Meucci in corso Matteotti 9. Con il progetto europeo “Pro-Lite – Procuring Lighting Innovations and Technologies” co-finanziato dalla Commissione Europea per promuovere soluzioni tecnologiche innovative per l’illuminazione, le vecchie lampade sono state sostituite con 146 led sistemati nelle classi, nei laboratori, nella palestra e negli uffici, così come le 50 lampadine d’emergenza e 4 quadri elettrici oltre al rinnovo delle linee elettriche (12mila metri). Per una migliore diffusione del calore sono state montate 52 elettrovalvole ed effettuati lavori nella centrale termica. Infine è stato ritinteggiato l’interno dell’intero edificio (35mila metri quadrati): i corridoi di tutta la scuola sono grigi, mentre le aule e le porte di ogni piano si differenziano per colore (verde, arancione, giallo e blu). Un piano di interventi che è diventato un modello esportato anche in altre scuole italiane.

patti succ scula meucci600

Questa mattina sono stati presentati gli interventi di efficientamento energetico, che hanno consentito di individuare soluzioni per creare ambienti funzionali alle nuove esigenze della didattica, di raggiungere elevati livelli di comfort e di promuovere soluzioni che, attraverso l’adozione di tecnologie innovative riducono notevolmente i consumi energetici. Allo stesso tempo il progetto europeo ha permesso di sviluppare un percorso educativo per accrescere nella comunità scolastica la consapevolezza dell’uso intelligente delle risorse energetiche.

Federica Patti, Assessora all’Istruzione e all’Edilizia scolastica, è stata accolta alla Meucci e rivolgendosi alla scolaresca ha detto: “Ringrazio le ragazze e i ragazzi per l’entusiastica partecipazione al progetto. Rivalutare gli spazi scolastici è condizione necessaria per migliorare l’apprendimento. Progetti come questo e quello della scuola Dal Piaz sono casi virtuosi che auspico di poter moltiplicare nei prossimi anni”. “La priorità – ha continuato l’Assessora –  è comunque la sicurezza degli edifici e oggi abbiamo deliberato 4 milioni e 100mila euro per interventi sull’edilizia scolastica. L’intenzione di questa Giunta è quella di riportare attenzione e risorse su un settore importante che è necessario salvaguardare per chi in questi edifici, quotidianamente, studia e lavora”.

Al fine di costruire un quadro informativo sull’esistente la Città, attraverso il Laboratorio Città Sostenibile di Iter (Assessorato all’Istruzione), ha coinvolto gli studenti per monitorare il livello di qualità ambientale reale e percepita grazie al coinvolgimento di allievi, insegnanti, dirigenti scolastici e personale amministrativo. Il tema “luce”, affrontato attraverso un approccio che ha coniugato innovazione tecnologica e qualità dello spazio, è stato valutato in tutti i fattori che lo influenzano: illuminazione naturale, infissi e schermature, impianto di illuminazione, colore ambientale, design, periodi e frequenze d’uso.

Il progetto Pro-Lite, a partire dal 2013, è guidato dalla Greater London Authority – Transport for London (Inghilterra), che ha coordinato il lavoro di altri cinque partner provenienti da quattro Paesi europei: Città di Torino e CONSIP, Città di Brema (Germania), Ente Vasco de la Energia (Spagna) e Pianoo (Olanda).

Il gruppo di lavoro torinese, con a capo il Servizio Fondi europei, Innovazione e Sviluppo economico, comprende l’Edilizia Scolastica dell’Assessorato all’Istruzione, il Laboratorio Città Sostenibile di ITER e IREN Servizi e Innovazione, che ha curato la realizzazione dell’iniziativa, con la collaborazione del Politecnico di Torino, Dipartimento di Energia – Denerg.

Il piano è stato presentato da Gianpaolo Roscio, Responsabile tecnico di Iren servizi e Pier Giorgio Turi, Responsabile del Laboratorio Città Sostenibile, insieme alle studentesse e agli studenti che hanno raccontato la loro esperienza e accompagnato i presenti a visitare la scuola. Con loro anche il dirigente scolastico Marcellina Longhi.

La Città ha selezionato due progetti pilota: la succursale dell’istituto secondario di primo grado Antonio Meucci, in corso Matteotti 9 e la primaria Dal Piaz in corso D’Albertis 22, i cui lavori stati inaugurati da Federica Patti, Assessora all’Istruzione e all’Edilizia scolastica della Città, il primo giorno di scuola.

 

 

Tag: , , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top