Ti trovi qui: Home » Cultura » Expo 2015, un’occasione da non perdere

Expo 2015, un’occasione da non perdere

di Luisa Cicero

“L’Expo2015 è ormai alle porte e il nostro territorio sarà direttamente coinvolto – ha dichiarato stamattina il Segretario Generale di Unioncamere Piemonte, Paolo Bertolino durante la presentazione delle nuove iniziative  del sistema camerale piemontese per la promozione del turismo in Piemonte -. Nel 2013 abbiamo lanciato insieme alla Regione il portale Booking Piemonte, un’innovativa piattaforma per le prenotazioni turistiche online; nel 2014 abbiamo siglato un’intesa con Explora per integrare l’offerta turistica regionale con i servizi offerti da Expo2015.

L’accordo firmato oggi – sottolinea – rappresenta un ulteriore tassello per dare alle imprese turistiche la visibilità internazionale che meritano e contribuire al rilancio della nostra economia”.

5

Con questo accordo, dunque, le aziende piemontesi potranno avere gli stessi servizi di promozione e promo-commercializzazione offerti alle lombarde. Le imprese nostrane si potranno appoggiare ad Explora, tourism board di Expo Milano 2015 e società del sistema camerale lombardo. Spazio, dunque, all’offerta turistica e ricettiva piemontese su Wonderfulexpo2015.it, il portale che raggruppa, suddiviso per temi, tutto ciò che ha da offrire il territorio e che consente di pianificare il viaggio in tutti i dettagli. In collaborazione con Explora, Unioncamere Piemonte offrirà alle imprese turistiche locali la possibilità di aderire al sito a tariffe agevolate. A dare supporto all’operazione è Booking Piemonte, il portale istituzionale della Regione e del sistema camerale. A questo si aggiungono il catalogo cartaceo Wonderful Piemonte e un nuovo sito in 5 lingue realizzato dal Comune di Torino e dalla Regione che metterà in rete a partire da marzo  tutti gli eventi che si svolgeranno in città e in Piemonte nei 6 mesi dell’Expo. 20150129_111826L’assessore alla cultura e al Turismo della Città di Torino, Maurizio Braccialarghe ha precisato “Noi, intendo Città, Regione, sistema camerale e privati,  lavoriamo seguendo una logica che non trova spazio per una sciocca rivalità. Stiamo infatti ragionando in termini di territorio. Questo è l’unico modo per far emergere l’identità collettiva del nostro Paese. Lo strumento presentato oggi ha questa finalità. Se vince il Paese,  inevitabilmente ognuno di noi potrà giocare un ruolo importante!. Il 63% dei 20 milioni di visitatori attesi per l’Expo si fermerà in una struttura ricettiva almeno una notte e di questi circa il 20 per cento, cioè 2 milioni e mezzo, potrebbe scegliere di dormire in Piemonte, dal 10 al 14 per cento a Torino – ha spiegato Josep Ejarque, direttore generale di Explora -. Inoltre il 43 per cento dei visitatori dell’Expo sarebbe interessato a sfruttare l’occasione per una vacanza in una destinazione non troppo lontana dall’evento e almeno l’11 per cento dei turisti europei potrebbe voler visitare il capoluogo piemontese.            La percentuale sale al 20 per cento se si prendono in considerazione i turisti extra europei. Sono stime – precisa Ejarque – : per far sì che questi numeri potenziali si trasformino in realtà bisogna promuovere il territorio. Per questo Unioncamere Piemonte ha deciso di lavorare con noi per presentare al meglio sui mercati internazionali l’offerta turistica del territorio e facilitare le prenotazioni“.

Tag: , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top