Ti trovi qui: Home » Trasporti » Bus gratis, due giorni contro lo smog

Bus gratis, due giorni contro lo smog

lascialauto_viaggiagratis

La Città di Torino, in collaborazione con Gtt ed Extra.TO, lancia un’iniziativa straordinaria per migliorare la qualità dell’aria. Giovedì 10 e venerdì 11 dicembre, dalle 5 alle 24, si viaggerà gratis su tutte le linee urbane e suburbane di bus, tram e metro, con più di venti Comuni della cintura collegati.

“Lascia l’auto, viaggia gratis”: per due giorni, giovedì 10 e venerdì 11 dicembre, il trasporto pubblico dell’intera rete urbana e suburbana torinese sarà gratuito dalle 5 alle 24. Le flotte di mezzi Gtt saranno potenziate e metro, tram e bus offriranno trasporto gratuito ai cittadini di qualunque età che vorranno percorrere qualsiasi tragitto, da quello abituale per andare a casa o al lavoro, fino a quelli più ampi e articolati nel corso della giornata.

Una chiamata alla responsabilità per tutti, un segnale concreto rivolto agli utenti abituali e ai city users – centinaia di migliaia ogni giorno- affinché con un gesto concreto contribuiscano alle azioni che la Città ha da tempo intrapreso per migliorare la qualità dell’aria. Solo con azioni concertate, solo con un piano di lunga durata e condiviso fra tutti gli attori sociali è infatti possibile abbassare i livelli d’inquinamento.

Giovedì e venerdì prossimi si viaggerà gratis sulla metropolitana (che ogni giorno registra 150mila passaggi), su 88 linee Gtt urbane e suburbane (600mila passaggi) e sulle linee ferroviarie Canavesana e Torino-Ceres. Questi i comuni collegati: Borgaro, Settimo, San Mauro, Pianezza, Alpignano, Collegno, Rivoli, Grugliasco, Rivalta, Beinasco, Orbassano, Borgaretto, Candiolo, Nichelino, Moncalieri, Trofarello, Santena, Pecetto, Revigliasco, Pino Torinese, Chieri, Venaria, Druento, Leinì, Cambiano. Saranno interessate anche le principali linee del consorzio Extra.TO, che collega tutta la provincia di Torino con Torino Città e di cui fanno parte 21 aziende per 160mila persone al giorno trasportate.

Ci sarà dunque un incremento delle corse soprattutto nelle fasce solitamente considerate “di morbida”, mentre la metropolitana viaggerà al massimo delle sue potenzialità, con maggiori controlli di sicurezza per evitare intasamenti e blocchi da eccesso di domanda. Una proiezione di quanto costerà l’operazione, compiuta dai tecnici Gtt, stima un costo di 200mila euro per la Città.

Negli ultimi anni la Città di Torino ha messo in campo azioni di lunga durata, parti di un piano di più ampia visione in grado di agire sulle leve basilari e non sulle conseguenze dell’inquinamento.

“Si tratta –ha detto il sindaco Fassino- di un impegno concreto che fa leva anche sulla partecipazione e sulla responsabilità dei cittadini di Torino. La difesa della qualità dell’aria che respiriamo è infatti un bene che tutti siamo chiamati a preservare e per il quale tutti possiamo contribuire. Con i provvedimenti dei prossimi giorni la Città farà la sua parte”. Il sindaco ha anche annunciato che il ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti gli ha telefonato per conoscere più in dettaglio i contenuti dell’iniziativa e che il ministro ha annunciato l’intenzione di promuovere iniziative dello stesso tenore a livello nazionale.

Tag: , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top