Ti trovi qui: Home » Cultura » L’Italia delle meraviglie al Salone del Libro

L’Italia delle meraviglie al Salone del Libro

di Gianni Ferrero

salonedellibro2014_04

Le meraviglie d’Italia sono il tema conduttore del 28° Salone del Libro in programma allo spazio espositivo del Lingotto Fiere da giovedì 14 a lunedì 18 maggio. La manifestazione internazionale dedicata alle forme della scrittura, è stata presentata in Borgo Dora, al Sermig, a qualche decina di metri dalla scuola Holden.

“Questa manifestazione- ha spiegato il sindaco Fassino nel suo indirizzo di saluto- ha un’ampiezza di iniziative che è cresciuta nel tempo e in cui i torinesi e i lettori si identificano appieno. Torino, sotto il profilo storico vanta una ricca tradizione editoriale e la nostra è una città che ha fatto dell’investimento in cultura la chiave strategica della rinascita”.

salonedellibro_cs20150121Molte le novità in programma, hanno spiegato il direttore Ernesto Ferrero e il presidente Rolando Picchioni . Liaison naturale con la città che ha organizzato le manifestazioni di Torino Incontra Berlino, è il Paese Ospite d’onore, appunto  la Germania, con uno stand nel Padiglione 3 e oltre venti autori che presenteranno le loro opere pubblicate in Italia: “rappresentanti dei generi letterari più diversi, dal thriller al saggio, dal libro illustrato all’epopea famigliare”. La campagna pubblicitaria del salone del libro sarà rappresentata dal quadro di Wilhelm Tischbein che nel 1787 ritrasse Wolfgang Goethe sulla via Appia, sullo sfondo della campagna romana costellata di rovine, “in cui il viaggio in Italia viene fissato come momento fondativo di ogni formazione culturale”.

Regione ospite d’onore è il Lazio, presente con autori e piccoli editori, rappresentata in conferenza stampai dalla scrittrice Lidia Ravera, che della regione è assessore alla cultura.

“Da quest’anno l’iva sugli ebook è scesa al 4%: il Salone sarà anche la prima occasione significativa per tracciare un primo bilancio degli effetti di questo provvedimento sul mercato del libro elettronico” – è stato spiegato da Ernesto Ferrero. Il Salone Off, che porta autori fuori dal Lingotto e che lo scorso anno contò 500 eventi in 250 location delle 10 Circoscrizioni e in 6 luoghi della provincia, si allargherà ad altri comuni. Ed anche in questa edizione l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte metterà a disposizione dei ragazzi delle scuole piemontesi 12mila ingressi per visitare gratuitamente stand e incontrare gli scrittori.

salonedelibro2014_01“L’anno dell’esposizione universale di Milano, destinata a richiamare milioni di visitatori, offre l’occasione di ripercorrere e ripensare il nostro rapporto con l’immenso patrimonio che abbiamo ereditato. – Ecco spiegato da Ferrero il perché delle meraviglie del nostro Paese come filo conduttore -. Un tesoro artistico, architettonico, letterario, musicale, linguistico, paesaggistico, che comprende le tecniche materiali, il design, la moda, il cinema, la fotografia e che, nella sua stessa varietà, ha concorso a definire quello che viene riconosciuto come il carattere, l’identità, lo stile italiano” .

Al Salone sarà anche ricordata la ricorrenza dei 750 anni della nascita di Dante

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top