Ti trovi qui: Home » In Comune » Parco auto di Palazzo Civico, l’asta online aggiudica 62 veicoli

Parco auto di Palazzo Civico, l’asta online aggiudica 62 veicoli

di Mauro Gentile

9Contesto scenografico essenziale (un’aula per corsi di formazione), pubblico strettamente ridotto agli addetti ai lavori e, a sancire l’assegnazione dei vari lotti, il semplice trillo del sistema elettronico al posto del tradizionale martello usato dal banditore.
Siamo in una delle sale della ex Curia Maxima di via Corte d’Appello (l’aulico palazzo settecentesco disegnato da Benedetto Alfieri che nell’Italia preunitaria ha ospitato il Senato Sabaudo, fino a pochi anni è stato Tribunale del capoluogo piemontese e oggi è sede di uffici comunali) per l’asta telematica attraverso cui Palazzo Civico ha messo in vendita 82 mezzi del proprio parco auto.


Sebbene diversa dalle tradizionali – senza le parole, gli sguardi, i gesti e i commenti di chi si sfida a colpi di rilanci – è pur sempre un’asta e non perde il fascino della gara tra offerte, anche se queste non vengono urlate ma corrono mute lunga la fibra ottica.
In sala, l’attenzione è tutta rivolta al grande schermo dove compaiono, una dietro l’altra, le informazioni su tipologia e targa del veicolo in vendita, accanto alle offerte che, ovviamente, cambiano ad ogni rilancio.

Passati venti minuti dal via all’asta, e altri 180 secondi aggiuntivi concessi dopo ogni rilancio, il lotto (l’auto, il ciclomotore o un altro mezzo) viene assegnato al migliore offerente. Un trillo del sistema elettronico, come detto, e la registrazione del funzionario comunale segna la chiusura dell’affare.

Degli 82 veicoli oggetto d’asta, oggi ne sono stati “aggiudicati” 62, “per la somma complessiva – specifica l’ingegner Luigi Laonigro, dirigente del Servizio Gestione Automezzi, Magazzini, Autorimesse – di 90mila e 240 euro, con un rialzo sulla base d’asta (si partiva da una cifra di 32mila e 350 euro) non lontano dal 300 per cento”.

Chi è rimasto deluso dall’esito dell’asta on line avrà comunque presto l’occasione di rifarsi. Già lunedì 19 gennaio infatti, a partire dalle ore 9.30, potrà nuovamente formulare e presentare un’offerta per cercare di aggiudicarsi uno dei veicoli rimasti invenduti oppure il nuovo lotto unico costituto da 50 veicoli destinati alla rottamazione (con base d’asta a 10mila euro).

L’elenco completo dei mezzi ancora in vendita sarà consultabile a partire da domani sul sito web del Sistema di negoziazioni elettroniche per Pubblica Amministrazione piemontese.

All’indirizzo https://acquistionlinepiemonte.bravosolution.com , sarà infatti possibile prendere visione delle caratteristiche dei mezzi ancora in vendita, scegliere quello che più risponde alle proprie necessità e preparare l’offerta da formulare tra quattro giorni.  Alla nuova fase dell’asta via internet non potranno partecipare tutti, ma solo coloro che hanno già presentato un offerta preliminare.

L’assessore al Bilancio e al Patrimonio, Gianguido Passoni, giudica positivo l’esito dell’asta elettronica e sottolinea che “con la vendita dei veicoli prosegue l’azione di rinnovamento, razionalizzazione e contenimento dei costi relativi al parco comunale dei mezzi a motore”.

Tag: , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top