Ti trovi qui: Home » Torino cambia » Meet IoT, l’internet delle cose

Meet IoT, l’internet delle cose

di Michele Chicco

Meet Iot LogoPresso il grattacielo progettato dalla Renzo Piano  Building Workshop – nuova sede torinese del Gruppo Intesa Sanpaolo, diventata in breve tempo uno dei luoghi simbolo della trasformazione di Torino, è stata presentata la kermesse di Meet IoT, l’evento sull’internet degli oggetti, che  si svolgerà il prossimo 1 e 2 ottobre.

Meet IoT, realizzato con il patrocinio della Commissione Europea  DG Connect, la Città di Torino e la Fondazione Torino Smart City, è un evento che ha assunto una’ importanza primaria nel mondo dell’internet degli oggetti: il suo compito fondamentale è di mostrare come il mondo della ricerca e i progressi tecnologici in questo campo possano essere sfruttati da applicazioni e servizi quotidiani, nonché́ evidenziare l’impatto che queste nuove tecnologie hanno sulla vita sociale. Verranno toccate diversi tematiche, tra le quali l’industria 4.0, la ricerca tecnologica, i cambiamenti sociali e la sostenibilità economica di nuovi paradigmi.

L’ internet delle cose è già realtà: basti pensare che solo nel nostro Paese si contano almeno 8 milioni di oggetti interconnessi, con un utilizzo e diffusione sempre crescente”.  Ha sottolineato l’assessore all’innovazione Enzo Lavolta durante la conferenza stampa di oggi. “Secondo alcune previsioni, entro la fine del 2015 saranno operativi in tutto il mondo 1,1 miliardi di oggetti collegati al web, che diventeranno 9,7 miliardi nel 2020. E’ questo in realtà un fenomeno davvero trasversale, con importanti riflessi su ambiti e settori molto diversi. Dalla domotica alle smart grid, passando per i dispositivi indossabili, l’internet of things sta conquistando spazi nella vita quotidiana delle persone, con concrete potenzialità per le imprese e le aziende, e per le stesse amministrazioni pubbliche.

Si tratta nel contempo anche di conciliare le opportunità che l’utilizzo di tali oggetti consentono con la necessaria attenzione alla gestione delle informazioni e dei dati che ne derivano.  Meet Iot 2015, anche grazie alla riconosciuta qualità dei relatori che interverranno, sarà davvero una importante occasione per approfondire queste  interessanti e così attuali tematiche”

Meet IoT  si compone di:

panel tematici che innescheranno un dibattito su idee futuribili con i principali attori provenienti dal mondo accademico, dell’industria e della Pubblica Amministrazione. Alcuni panelist saranno: Carlo Ratti (MIT di Boston), Francesco Profumo (Presidente Ires Spa), Bruce Sterling (giornalista e scrittore), Davide Gomba (ceo Officine Arduino), Enzo Lavolta (assessore all’Innovazione della Città di Torino), Giovanni Colombo (direttore dell’Istituto Superiore Mario Boella), Roberto Vacca (scrittore);

una mostra basata su scenari pratici di come le tecnologie e le visioni possano creare prodotti e servizi integrati nella vita quotidiana e modificare i processi produttivi e di distribuzione. Verranno presentati alcuni progetti che rendono tecnologica e connessa la città, alcuni misurano l’intensità dei rumori, altri rendono più efficiente la gestione dei rifiuti urbani, la logistica o le risorse come gli acquedotti. Anche la casa diventa intelligente e a Meet iot saranno presentati sistemi di Domotica all’avanguardia. Altre aziende invece mostreranno come anche il settore manifatturiero  possa essere migliorato dall’internet delle cose trasformando la fabbrica in industria 4.0.

 

L’evento si svolgerà l’ 1 e il 2 ottobre presso ToolBox Coworking di via Agostino da Montefeltro 2

 

Info:  www.meet-iot.eu

Tag: , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top