Ti trovi qui: Home » Economia » Startup che passione, l’esperienza di Iren

Startup che passione, l’esperienza di Iren

di Michele Chicco

Iren_startup

Iren e PNICube, l’associazione che riunisce gli incubatori e le business plan competition accademiche italiane, hanno promosso e avviato un dialogo con il mondo delle startup, per studiare l’avvio di possibili collaborazioni fra l’economia produttiva e il mondo dell’innovazione. In particolare, Iren ha potuto vagliare i progetti ritenuti più innovativi e attinenti le proprie aree di business attingendo fra i piani di impresa che hanno partecipato al Premio Nazionale per l’Innovazione 2014 (PNI).

Questo il senso dell’incontro “Startup che passione: l’esperienza di Iren”, tenutosi presso I3P, l’incubatore del Politecnico di Torino, che ha visto il Presidente del Gruppo Iren, Francesco Profumo e il Presidente di PNICube, Marco Cantamessa, dialogare di innovazione e sostegno imprenditoriale con l’Assessore all’Innovazione della Città di Torino Enzo Lavolta e il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Marco Gay. Presenti le quattro startup con le quali Iren ha avviato un primo confronto finalizzato a valutare possibili collaborazioni che potrebbero portare, in futuro, a uno sviluppo industriale delle stesse.

“Il Gruppo Iren – ha dichiarato il Presidente Francesco Profumo – crede fortemente nel ruolo strategico dell’innovazione e della ricerca nel panorama industriale italiano. Per questa ragione l’azienda sostiene ed incentiva piani di impresa innovativa, ritenendo che lo sviluppo e la crescita dei propri business di riferimento non possano che trarre giovamento dal confronto e dalla collaborazione con startup innovative, ambiziose e supportate da solidi progetti imprenditoriali.”

Ecco, in sintesi, le quattro startup coinvolte:

  • Diptera Srl, vincitrice del Premio Iren Agrifood Cleantech al PNI 2014, ha illustrato la propria impresa innovativa per la produzione di mangimi compositi a base di insetti nutriti con scarti del settore agro-alimentare, da usarsi in alternativa ai mangimi a base di pesce con un vantaggio per l’ambiente e un significativo risparmio di costi.
  • Smart Patch Srl, vincitrice del Premio Industrial al PNI 2014, ha presentato un innovativo sistema di monitoraggio low-cost per controllare in real-time ed in remoto lo stato di salute di costruzioni ed infrastrutture.
  • Water Wells Srl, ha descritto il sistema innovativo brevettato per la realizzazione dei pozzi per acqua potabile che permette di risolvere i problemi di sanificazione legati alla tecnologia tradizionale, garantendo migliore qualità dell’acqua prelevata.
  • Trampoline Srl, ha concluso le presentazioni descrivendo il progetto già avviato con Iren per lo sviluppo di soluzioni di social wi-fi.

I3P, l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, il principale incubatore universitario italiano e uno dei maggiori a livello europeo, è una Società consortile per azioni senza fini di lucro, costituita da Politecnico di Torino, Provincia di Torino, Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, Finpiemonte SpA e Fondazione Torino Wireless.

Fondato nel 1999, I3P favorisce la nascita di nuove imprese science-based con validata potenzialità e la sua attività si inquadra nelle strategie globali del territorio piemontese volte a sostenere la ricerca, l’innovazione tecnologica e la nuova imprenditoria.

 

 

Tag: , , , , , , , ,

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 | Condizioni d'uso, privacy e cookie

Scroll to top