Ti trovi qui: Home » Cultura » L’arte pubblica al servizio della rigenerazione urbana con il progetto URRA’ Torino

L’arte pubblica al servizio della rigenerazione urbana con il progetto URRA’ Torino

Giunge alla 2° edizione Urrà Torino – URban RegenerAction in Torino – progetto promosso dall’Associazione Kallipolis in collaborazione con Atc Piemonte Centrale, con il patrocinio della Circoscrizione 5 di Torino ed il sostegno di Compagnia di San Paolo, che scommette sull’arte pubblica quale strumento di rigenerazione urbana.

Attraverso la decentralizzazione di iniziative culturali ed artistiche, in aree “periferiche caratterizzate dalla presenza di edilizia popolare, il progetto mira all’empowerment della cittadinanza, ovvero il coinvolgimento diretto degli abitanti nel processo di rigenerazione urbana di questi luoghi.

Con l’intento di creare un legame profondo con la popolazione, in un percorso di immaginazione collettiva da cui far partire la riqualificazione urbana e culturale, venerdì 28 ottobre, presso il complesso di residenza pubblica di via Verolengo/via Forlì, due isolati all’interno del quartiere Lucento caratterizzati da un’architettura di qualità risalente ai primi del ‘900, si terrà l’evento/performance live definita come Momentary Place e dal titolo “Forme vaghe danzarono sul fango lucente”: una performance artistica musicale, orchestrata da Maurizio Cilli, che vuole diventare rituale e soprattutto strumento per costruire una nuova realtà urbana a partire proprio dai sogni e affetti dei suoi abitanti, grazie a queste nuove “narrazioni” capaci di coinvolgere emotivamente la cittadinanza ed innescare processi virtuosi di riappropriazione di spazi e relazioni.

Gli affetti sono quindi la chiave di volta che verrà utilizzata per superare una delle criticità delle performance artistiche che si svolgono in luoghi pubblici, ovvero il fatto che queste spesso sono legate ad un determinato contesto e momento, superato il quale le reti relazionali instaurate ad hoc tendono a sciogliersi e i luoghi stessi tendono a tornare allo stato precedente.

Proprio gli affetti costituiscono una parte fondamentale della pratica artistica di Maurizio Cilli, artista e architetto selezionato dalla giuria tecnica guidata da Sergey Kantsedal, che nelle sue opere crea dispositivi finalizzati alla creazione di legami tra luoghi e persone: «Forme Vaghe Danzarono Sul Fango Lucente», ideata appositamente per il complesso di case popolari del quartiere Lucento, è così anche un atto di commemorazione verso la figura di Adamo Tambone, uomo amato dalle persone del luogo per il suo impegno nei confronti dei più bisognosi. La performance si caratterizzerà pertanto da un momento di condivisione intensa, per risvegliare gli animi della comunità attraverso la rievocazione della memoria del singolo, la cui morte ha lasciato un vuoto nella comunità stessa; un gesto poetico, che vorrebbe diventare un atto da ripetere nel tempo, un rituale, il cui esito dipenderà anche dal carattere delle relazioni affettive instaurate nel tempo.

Oltre alla cittadinanza e agli abitanti del luogo, destinatari e protagonisti in qualche modo della performance artistico-musicale, saranno attori fondamentali nell’evento la Banda Musicale Salus, diretta dal Maestro Massimo Sanfilippo, e la voce soprano Fè Avouglan. Appuntamento venerdì 28 ottobre, alle ore 18 in via Verolengo 181 a Torino.

 
 

Christian A. Ruggeri

© Torino Click - Agenzia quotidiana della Città di Torino - Registrazione del Tribunale di Torino n.97 del 14/11/2007 (SICID 34913/2018 n.79)
Condizioni d'uso, privacy e cookie | Impostazione cookie

Scroll to top